you reporter

SANITA' IN POLESINE

"Mancano 60 medici nella sanità pubblica polesana e non è una novità"

L'intervento di Guglielmo Brusco

2.700 pazienti senza più medico

"Mancano sessanta medici nella sanità pubblica polesana.  Sembra quasi che questa sia una nuova emergenza, ma non è così!!! E siccome non bisogna parlare a “vanvara”, ecco i dati da me resi pubblici nel marzo 2017. Sulla stampa, dicevo: 'situazione difficilissima per il personale, che all’ultima verifica dei dipendenti in servizio a tempo indeterminato al 31 dicembre 2016 si presentava in queste condizioni: 316 dipendenti equivalenti in meno per i servizi dell’ex Ulss 18 e 120 sempre in meno per quelli dell’ex Ulss 19. Un totale di 436 dipendenti in meno su 3234 previsti. Sono numeri che ci portano a ringraziare il personale che attualmente lavora in  difficilissime condizioni, con ben il 13% in meno di operatori rispetto la pianta organica. Altroché le belle dichiarazioni di Antonio Compostella sulle assunzioni di personale. Ci dica anche quanti hanno smesso di lavorare nei nostri servizi, visto che dai numeri che ci ha fornito,  mancano 64 medici e 372 tra infermieri, tecnici e operatori vari nella struttura da lui diretta'", interviene così Gugliemo Brusco, ex assessore provinciale, sul caso della carenza di medici in Polesine.

"E se questo non basta, già il 23 dicembre 2008, io informavo istituzioni e cittadini che, nella pianta organica di allora, mancavano tra gli altri 57 medici, 5 veterinari, 8 dirigenti sanitari, 46 infermieri, 14 tecnici sanitari tra cui 9 tecnici di laboratorio, 9 tecnici della riabilitazione tra cui 5 fisioterapisti, 22 operatori tecnici tra i quali 9 operatori socio-sanitari e 25 amministrativi e raccomandavo numerose assunzioni di personale, per migliorare le condizioni di lavoro degli operatori, la sicurezza e la qualità dei servizi e i tempi delle liste d’attesa Asl 18. Insomma, la carenza di medici (e altro personale) è un problema da tantissimo tempo, soprattutto da quando la Lega, ha in mano la sanità veneta. Zaia, Coletto, Tosi, Martini, Sandri, e Lanzarin, tutti leghisti, sono i principali responsabili di questa situazione disastrosa".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl