you reporter

FIAB ROVIGO

Pedalate sotto le stelle alla scoperta delle nostre frazioni

Il viaggio tra le frazioni rodigine degli amici della bici. Anche per segnalare le criticità nella viabilità

Pedalate sotto le stelle alla scoperta delle nostre frazioni

Cosa c'è di più piacevole di pedalare al fresco delle serate estive? Anche nel recente caldo mese di agosto FIAB Rovigo ha curato la tradizionale rassegna di Pedalare sotto le stelle del venerdì sera. Scegliendo, non a caso, un luogo insolito per la partenza ovvero piazza  Duomo a Rovigo, con il preciso intento di richiamare l’attenzione e l’augurio di rinnovamento di questo bellissimo spazio urbano “sacrificato” alle auto, ogni sera dei venerdì d’agosto FIAB Rovigo, nell’edizione di quest’anno ha proposto come destinazione le frazioni della nostra città. Frazioni che fino al 1927 furono Comuni autonomi e che, nonostante l'unione a Rovigo, hanno mantenuto forte la loro identità.

Le brevi, in termini di chilometraggio, e molto interessanti cicloescursioni sono state tutte guidate dallo storico Marco Chinaglia, preparato, documentato e accattivante nelle sue esposizioni che univano storia, aneddoti su personaggi del posto,  luoghi, caratteristiche ambientali, descrizione delle architetture dei luoghi attraversati,  notizie inedite derivanti da apposite ricerche, insomma una imperdibile occasione per conoscere il nostro territorio.

Quindi, in sella, rispettando il distanziamento e l’uso della mascherina nei momenti di sosta, utilizzando i consueti dispositivi obbligatori per chi pedala di sera, ossia giubbetto catarifrangente e fanali, è iniziata la ricerca "in movimento" della storia delle frazioni della Città, antichi Comuni fino alla riforma fascista. L’obiettivo, oltre a quello di gustarsi la fresca aria della sera, è stato appunto l’approfondimento della storia della cinta urbana di Rovigo,  a cui si è aggiunto il piacere di gustare un buon gelato a fine pedalata.

Si è cominciato, così, il 31 luglio pedalando fino a  Boara Polesine, uno dei comuni polesani amministrato da Giacomo Matteotti, dove è stato organizzato anche l’incontro con lo storico locale Mauro Agnoletto, che ha descritto la bella proposta del recupero del ponte sull'Adige in un'ottica ciclabile. La prima uscita è proseguita poi fino a Granzette, luogo  protagonista della Resistenza.

Venerdì 7 agosto ci si è diretti verso le due frazioni più popolose: Grignano Polesine e Borsea, ripercorrendone la storia: dall'antico passato di Grignano, che affonda  direttamente nell'età pre-etrusca, alla curiosa dipendenza dalla Vangadizza di Borsea.

Dopo la pausa di Ferragosto si è tornati sui pedali per conoscere, il 21 agosto,  Sant'Apollinare e Buso. La prima frazione dal passato medievale legato a Ravenna e la seconda dalle origini che risalgono al periodo Romano e alla centuriazione; fa un certo effetto pensare che sullo stesso luogo dove oggi sorge la chiesa abbandonata di Buso  era situato addirittura un tempio dedicato a Giove.

Infine, il 28 agosto, l’appuntamento conclusivo di Pedalare sotto le stelle ha condotto a Concadirame. Gli aneddoti sul brigantaggio e  le vicende risorgimentali lungo il fiume sono stati accompagnati da alcune gustose memorie orali fornite dall’ex sacrestano del paese, che  ha raggiunto i ciclisti nei pressi della chiesa,  a cui è affiancato il monumento ai caduti. Infine, nella stessa cicloescursione, l’ultima tappa a Roverdicré ha dato l’occasione di scoprire la figura del grande umanista Celio Calcagnini, citato  dall’Ariosto in due canti dell’"Orlando Furioso", che fu anche il primo parroco della frazione.

Le uscite di Pedalare sotto le stelle sono state utili anche dal punto di vista ciclabile rilevando particolarità critiche (a volte molto critiche) a livello di circolazione urbana e verso/dalle frazioni, attenzione, questa, che denota anche il ruolo sociale di FIAB che, accanto alla conoscenza del territorio, promuove la mobilità sostenibile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl