you reporter

banco farmaceutico

La grande solidarietà dei polesani: medicine per oltre mille persone

In Polesine donate 2.277 confezioni di medicinali (valore 18.300 euro), aiuteranno 1.148 destinatari

La grande solidarietà dei polesani: medicine per oltre mille persone

In Polesine raccolte 2.277 confezioni di medicinali che andranno ad aiutare 1.148 persone. Si è conclusa positivamente la Grf - Giornata di raccolta del farmaco di Banco farmaceutico che si è svolta da 9 al 15 febbraio. A livello nazionale i cittadini hanno donato 468.000 confezioni di medicinali, pari a un valore superiore a 3,5 milioni di euro. Questi farmaci aiuteranno più di 434.000 persone povere di cui si prendono cura 1.790 realtà assistenziali convenzionate con la fondazione Banco Farmaceutico onlus.

All’iniziativa hanno aderito 4.869 farmacie. Sono stati coinvolti più di 14.000 volontari e oltre 17.000 farmacisti. I titolari delle farmacie hanno donato circa 730.000 euro.

A livello polesano la raccolta del Banco Farmaceutico si è conclusa con la donazione di 2.277 confezioni di medicinali pari ad un valore di circa 18.300 euro, valore non di molto inferiore al dato del 2020, fatto ancor più significativo considerata la situazione che stiamo vivendo.

Questi farmaci aiuteranno 1.148 persone povere assistite dai 17 enti assistenziali convenzionali nel 2021 con il Banco farmaceutico provinciale di Rovigo. All’iniziativa hanno aderito 32 farmacie e sono stati coinvolti oltre 70 volontari che, come noto, quest’anno dovevano presenziare all’esterno delle farmacie.

“Un grande grazie a chi ha donato - sottolinea il delegato provinciale del Banco farmaceutico Paolo Avezzù - a tutti i farmacisti per la loro generosità e disponibilità ed ai tantissimi volontari che si sono impegnati in particolare nella giornata di sabato 13 febbraio. Da ultimo voglio ringraziare tutti coloro che hanno collaborato in modo stretto con me per la positiva riuscita della raccolta del farmaco in provincia di Rovigo: è stato un vero gioco di squadra, meglio ancora una compagnia umana tutta tesa al grande gesto di gratuità che ha fatto crescere umanamente ognuno di noi”.

“Non era scontato che la Grf si potesse svolgere, né che la partecipazione fosse così ampia; invece, benché la situazione fosse complicata a causa della pandemia, abbiamo assistito ad un vero e proprio moto collettivo di umanità da parte dei tanti soggetti che vi hanno preso parte: i volontari, che hanno prestato gratuitamente il proprio tempo e, in certe zone d’Italia, affrontato il freddo per invitare le persone a donare un medicinale; i farmacisti, che hanno ospitato l’iniziativa, diventandone essi stessi volontari; i cittadini che hanno regalato un farmaco (molti dei quali sono andati apposta per questo scopo); le aziende che hanno contribuito all’evento, garantendone la sostenibilità; e le istituzioni che ci hanno supportato. La strada è ancora in salita e, la crisi economica innescata da quella sanitaria, continuerà a impoverire tante persone. Tuttavia, sappiamo che possiamo continuare a contare sull’aiuto di un piccolo popolo di amici generosi”, ha dichiarato Sergio Daniotti, presidente della fondazione Banco Farmaceutico onlus.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl