you reporter

ULSS 3

Un polesano alla guida della Serenissima, "Una cosa enorme”

Intervista a Edgardo Contato, polesano, direttore sanitario uscente dell'Ulss 5 da lunedì direttore generale della Ulss veneziana

Un polesano alla guida della Serenissima, "Una cosa enorme”

27/02/2021 - 10:38

Il suo nome circolava da giorni, ma ieri la nomina inaspettata: il direttore sanitario dell’azienda polesana Edgardo Contato sarà il nuovo dg dell’ Ulss 3 Serenissima. Contato giura che non era a conoscenza della scelta di Zaia: "Una cosa inaspettata e una cosa grande, enorme - non fa mistero Contato - Non mi sarei mai aspettato una nomina del genere e per me è stata una sorpresa, mi aspettavo di poter continuare a Rovigo, è stata davvero una nomina inaspettata".

Contato ha ben presente la responsabilità che lo attende: "Venezia è un’azienda molto grossa, complessa, con caratteristiche uniche, perché Venezia è vetrina sul mondo. Qui c’è il porto, l’aeroporto, l’attenzione all’ambiente e il direttore generale deve essere a disposizione e all’altezza in primo luogo per i cittadini veneziani e veneti e poi per tutti gli altri cittadini che dall’Italia e dal mondo qui arrivano".

E continua: "Il governatore mi ha affidato un compito enorme e si aspetta dei buoni risultati e sicuramente da parte mia ci sarà il totale impegno per poterlo soddisfare e non farlo ricredere sulla sua scelta".

Il nuovo direttore generale dell’Ulss 3 ha già preso contatti con Giuseppe Dal Ben: "Lui, grande professionista e persona squisita ha guidato per diversi anni l’ospedale di Adria. Ha fatto molto per l’azienda sanitaria e per la regione e spero che i suoi consigli e il suo supporto siano di aiuto, io riprenderò il suo percorso, visto che per la Serenissima ha fatto molto bene".

Gli mancherà il Polesine? "Be’, io rimango polesano, qui vivo e qui c’è una buona sanità. Da lunedì sarò pendolare tra il Polesine e Venezia. In Ulss 5 è stato fatto un buon lavoro e voi ve ne siete resi conto perfettamente. Ora Patrizia Simionato, grande professionista, se ne è resa conto in più occasioni nella direzione di Azienda Zero in cui ha dato risoluzioni a tanti problemi. Il lavoro fatto da Compostella, me, Maraus, Casson, Brazzale sarà continuato. Lasciamo l’azienda polesana in ottime mani".

Prima della firma, Zaia le ha detto qualcosa, visto che le ha affidato la sua amata Venezia? "Mi ha detto che si aspetta un buon lavoro, perché Venezia è una città importante e bisogna che questa città abbia la sanità che si merita".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl