you reporter

POLITICA

Tribunale, il commento dei civici: "Dibattito inutile"

Fabio Osti: "Non si è aggiunto nulla, spreco di soldi per sentire idee balzane"

Tribunale, il commento dei civici: "Dibattito inutile"

04/03/2021 - 18:52

C’è la questione che tocca un intero tessuto economico del centro storico di Rovigo, ma che avrà delle ripercussioni anche su urbanistica e viabilità della città: lo spostamento del tribunale. E poi c’è la bagarre politica, anche interna alla maggioranza, tra gruppo Pd e liste civiche, su cui gli attenti osservatori non possono non riflettere. Mercoledì sera, infatti, Matteo Masin, Elena Biasin e Vanni Borsetto (erano già assenti Osti, Giannese, Romagnolo, Saccardin) della lista Gaffeo Sindaco e del Forum cittadini lasciano la riunione con questa giustificazione: “Con l’informativa e con gli interventi dei nostri ospiti abbiamo adempiuto ai nostri doveri istituzionali. Visto che uno degli attori principali il sindaco, non è presente, visto che a breve sarà presente in città l’ingegner Mattei, riteniamo superflua ogni altra discussione da rimandare ad altro consiglio comunale e rinunciamo al gettone di presenza”.

Questa mattina l’associazione civica per Rovigo “perché cresca felice”, ha voluto rincarare la dose. “Siamo stati accusati di non essere rispettosi del consiglio comunale e delle istituzioni - ha esordito Fabio Osti - perché siamo usciti dall’aula. Abbiamo per la verità ascoltato gli ospiti, tuttavia siamo rimasti nella nostra posizione visto che avevamo chiesto di spostare la riunione a giorno 8 marzo, quando sarebbe stato presente il sindaco”.

Poi aggiunge: “Nessuna novità è emersa dalla discussione. Tovo in maniera sintetica e chiara ha illustrato il cammino fatto da amministrazione e sindaco e da parte dell’opposizione ci sono state richieste e proposte ridicole e assurde come il codazzo di persone dietro all’ingegnere che manda il Ministero di Grazia e Giustizia. Sia chiaro, il committente è il ministero, i soldi li mette il ministero. Il Comune ha la possibilità a costo zero di riqualificare aree urbane vuote”.

Poi il civico Osti torna indietro e ricorda: “Dopo l’inerzia politica che dura 15 anni di amministrazioni passate, in due anni questa amministrazione ha risolto il nodo delle piscine e il Maddalena. Siamo riusciti a superare il rischio che il tribunale non rimanesse in città. In un periodo in cui ci hanno tolto camera di commercio, sindacati e associazioni di categoria, il sindaco e questa amministrazione hanno dato ruolo e dignità a questa città capoluogo”. Il gruppo dei civici ha infine sottolineato che loro sono per l’amministrazione del fare: “Abbiamo fatto l’Innovation Lab, aperto l’ex liceo Celio, abbiamo illuminato la Commenda con murales (e il Wallabee festival) dando una luce diversa alla città. Stiamo lavorando con sostegni alle famiglie in difficoltà in questo periodo di grande crisi e di pandemia. Opposizione significa voler collaborare, non sperperare risorse e gettoni per parlare del nulla”. In maggioranza, ovviamente, non la pensano alla stessa maniera, visto che grazie al Pd il numero legale su un tema fondamentale per la città, non è caduto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl