you reporter

L’APPELLO

Sociale, “spendete quei soldi!”

Menon: “Vogliamo un rendiconto dei 4,4 milioni arrivati”. Moretto: “Riorganizzate il personale”

Sociale, “spendete quei soldi!”

13/04/2021 - 01:29

Il Covid e gli aiuti arrivati dal Governo centrale, hanno portato al Comune un “tesoretto” di 4,4 milioni di euro, che sono destinati ad affrontare l’emergenza. Sono stati utilizzati in parte per adeguare le scuole prima dell’inizio dell’anno scolastico, per erogare buoni spesa, poi diventati fondi direttamente sul conto corrente di chi ne faceva richiesta. In attesa di un rendiconto delle spese fatte, richiesto a più riprese dal consigliere d’opposizione Silvia Menon, ci sono 1,5 milioni circa ancora in attesa di essere destinati. E le varie iniziative - specie dell’assessorato ai Servizi sociali e al Commercio - ferme da mesi.

“Una vergogna - dichiara Michele Aretusini, capogruppo della Lega in consiglio comunale - C’è tanta gente, tante famiglie che hanno bisogno e questa amministrazione si incarta sulle procedure. Sono settimane che li leggiamo litigare sulla stampa quando di tempo per litigare non ce n’è. C’è solo un milione e 800mila euro, più l’avanzo e altre risorse ministeriali che arriveranno. Mai come oggi non c’è tempo per litigare”.

“Di soldi - aggiunge Silvia Menon, della lista omonima - ne abbiamo ricevuti tanti, ma siamo riusciti a spenderne ben pochi. Solo un milione verranno erogati ai bisogni dei cittadini. Il resto non si sa, a parte 1,5 milioni circa che non sono ancora riusciti a spendere”.

Durante la commissione convocata ad hoc dall’opposizione, sui soldi ai Sociale, anche Mattia Moretto, consigliere di Fratelli d’Italia ha avuto modo di sottolineare la estrema lentezza con cui si sta muovendo la macchina amministrativa in fatto di aiuti. “Stanno ancora studiando l’erogazione digitale per i buoni. Un’app per l’erogazione. A quel punto ho detto che gli anziani, che poi sono la fascia che ha più bisogno di aiuti - non è al passo con i tempi, quindi fa aiutata. Noi abbiamo chiesto al sindaco di coinvolgerci, non è il capo supremo, ma nei fatti siamo all’oscuro di tutto. E ho l’impressione che anche molti consiglieri di maggioranza siano chiamati solo a ratificare e prendere atto. Se non ci siamo noi che cerchiamo di saperne di più, nessuno viene in cerca di noi, secondo principi di democraticità e trasparenza”. Infine il capitolo Buoni shopping. Più volte annunciati e mai diventati realtà. “L’idea è addirittura dello scorso anno. Siamo fermi all’idea. Se davvero è una questione di personale, davvero, pensate a una riorganizzazione, Non c’è tempo da perdere”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl