you reporter

VIA CAVOUR

Cade l’intonaco, chi sbaglia?

I proprietari sostengono di aver chiesto una Scia lo scorso anno, l'amministrazione comunale dice di no

Cade l’intonaco, chi sbaglia?

15/04/2021 - 10:21

Bastava una semplice autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico per l’esecuzione dei lavori. Questa richiesta è arrivata in Comune, all’ufficio Urbanistica, come sostengono i diretti interessati, almeno un anno fa? Oppure non è mai arrivata, come sostiene il Comune in una replica? Attorno alla caduta dei calcinacci dalla loggia del portico di via Cavour è nato un caso, anche perché, sia un eventuale errore mai dichiarato del tecnico alla proprietà, sia l’eventuale perdita dell’incartamento negli uffici dell’Urbanistica, sarebbe grave. Di mezzo, ricordiamolo, ci sono anche le teste di migliaia di rodigini che transitano per gli affascinanti portici della città.

Si tratta della loggia che si trova proprio sul passaggio del bar Coghetto, dove in tempo di aperture sostano i tavolini e i clienti sorseggiano caffé o aperitivi. Qui dal febbraio dello scorso anno un pezzo di tetto ha subito crepe e ora rischia di crollare. Per evitare il peggio il titolare del bar, Paolo Valentini, ha anche tappato alla meno peggio un buco. L’affittuario, il titolare dell’Antico Coghetto Paolo Valentini, ha segnalato al condominio il danno nel maggio del 2020. “Abbiamo dato incarico al tecnico - racconta Ponzetti - a fine febbraio, abbiamo poi stanziato la somma per i lavori, è a bilancio e la pagheremo con le spese del condominio. Ma siamo ancora in attesa di avere l’autorizzazione dal settore Urbanistica. Una pratica semplice, ma che inspiegabilmente è ferma negli uffici. Pare che ci siano dei rallentamenti fuori norma”.

“Mai arrivata alcuna richiesta”, replica il Comune. In particolare l’Urbanistica, diretta dall’assessore Luisa Cattozzo, ribadisce che di richieste non ne sono arrivate agli uffici dell’amministrazione. “Non risulta siano pervenute negli ultimi mesi segnalazioni o richieste per interventi sul sottoportico di via Cavour, se non successivamente all’accaduto e comunque non indirizzate al settore edilizia - ha replicato in una nota Palazzo Nodari - Nessuna pratica, quindi, riguardante il portico dove si trova il locale “Antico Coghetto”, è stata presentata all'Urbanistica. Dopo un'attenta verifica, il settore coinvolto, precisa che né nel 2020, né nell'anno in corso, sono state presentate richieste riguardanti la sistemazione del portico in questione”.  Continua: “Lo stesso vale per gli uffici dei Lavori pubblici, dove non risulta siano arrivate negli ultimi mesi segnalazioni o richieste per interventi sul sottoportico di via Cavour, dove nei giorni scorsi si è verificato un distacco di intonaco - continua la nota - L'amministrazione ricorda che la competenza comunale sui portici riguarda solo la pavimentazione e l'illuminazione pubblica, a tutto il resto deve provvedere la proprietà, ma non risulta sia arrivata alcuna richiesta sul tavolo degli uffici preposti. Tra l'altro, questo tipo di intervento (sistemazione intonaco) rientra nella manutenzione ordinaria, per la quale non è richiesto alcun provvedimento autorizzativo. Fa inoltre, presente che la richiesta di occupazione del suolo pubblico per il ripristino dei danni, presentata venerdì pomeriggio, è stata autorizzata dal servizio suolo pubblico già ieri”. E infine: “Resta il rammarico delle accuse rivolte al settore Urbanistica, che con professionalità sta portando avanti il proprio lavoro, per cercare di risolvere le varie istanze e pratiche presentate dai cittadini/utenti, anche e soprattutto in un periodo complicato come questo”.

 

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl