you reporter

PALAZZO CELIO

Trivelle, pronti ad andare al Tar

La Provincia di Rovigo pronta a ricorrere per fermare il progetto

Trivelle, pronti ad andare al Tar

La provincia è pronta a far ricorso al Tar competente per fermare il progetto, avallato dal ministro della Transizione Ecologica e della Cultura, di una piattaforma per le trivellazioni a largo dell’Adriatico, davanti alle regioni Veneto ed Emilia Romagna. La mozione è stata approvata alla maggioranza, ieri, in consiglio provinciale, dove le preoccupazioni dei rappresentanti delle amministrazioni comunali del Delta (Valeria Mantovan per Porto Viro, Roberto Pizzoli per Porto Tolle, e Francesco Siviero per Taglio di Po), si sono unite a quelle dei colleghi di Adria Emanuela Beltrame, di Trecenta Antonio Laruccia e di Badia Polesine.

La subsidenza, che negli anni ha portato i territori del Delta a sprofondare di due metri almeno, con punte più alte, l’estrazione di miliardi di metri cubi di metano e gas con le conseguenze che ancora oggi si pagano sul territorio fragile del Delta, toccano tutta la provincia dal Basso all’Alto Polesine. Il fenomeno dei fontanazzi e le infiltrazioni, calcolate in 70 episodi ogni chilometro quadrato, sono attualissimi. Come sono attuali i 2,4 milioni di euro in energia che tuttora si spendono per le 38 idrovore e le 117 pompe utilizzate dal Consorzio di Bonifica. Per questi motivi il consiglio provinciale di Rovigo ha dato mandato al rappresentante della provincia di frenare in particolare il progetto denominato “Teodorico”.

Il mandato è di “impugnare avanti al Tar competente il decreto con giudizio positivo di compatibilità ambientale sul progetto di messa in produzione del giacimento convenzionalmente denominato 'Teodorico', nell’ambito della concessione di coltivazione “D40 A. C Py” presentato da Po Valley Operation Pty ltd emesso dal ministro della Transizione ecologica di concerto con il ministro della Cultura e registrata il 29 marzo 2021 - si legge nell’emendamento approvato ieri - nonché ogni altro atto connesso presupposto e conseguente in particolare il parere istruttorio conclusivo il piano di monitoraggio e controllo e l’allegato 6 comma 1 integrativo il decreto convenzionalmente denominato Teodorico”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl