you reporter

Rifiuti speciali

Polaris, approvato il bilancio

Utile di 1 milione e 140mila euro. La soddisfazione del presidente

Polaris, approvato il bilancio

05/05/2022 - 19:53

Il Consiglio di amministrazione di Polaris ha approvato il bilancio d’esercizio 2021, caratterizzato da un utile di 1.140.368,73 euro.

Il presidente Andrea Bimbatti manifestando la propria soddisfazione per l’importante risultato economico raggiunto dall’azienda, sottolinea come  Polaris sia l’unica società in Veneto, a totale partecipazione pubblica, ad occuparsi, in via esclusiva, della raccolta, trasporto, smaltimento ed intermediazione di rifiuti speciali.

“Desidero ringraziare - afferma Bimbatti - il consiglio di amministrazione che ha amministrato l’azienda sino al 28 giugno 2021, nelle persone di Michele Grossato, attuale sindaco di Rosolina, Annamaria Capasso ed Ivano Gibin; insieme ai consiglieri Elisa Poli e Stefano Borile ho potuto constatare, fin dal mio arrivo, come Polaris sia una realtà caratterizzata da un’alta efficacia ed efficienza. Anche nel 2021 l’azienda è riuscita a mantenere un livello di erogazione di servizi totalmente in linea con le previsioni del budget economico 2021”.

E ancora: “Nel 2021 l’azienda ha rinnovato le certificazioni Iso 14001 e Iso 9001, mentre è stata ultimata con esito positivo la visita di sorveglianza relativa alla certificazione Uni Iso rilasciata da Kiwa Cermet Italia; questo importante traguardo risulta essere un ulteriore step rispetto all’adozione del modello organizzativo 231. Ritengo importante evidenziare che nel corso dell’ultimo anno l’azienda ha continuato a supportare, senza soluzione di continuità, diverse Rsa polesane (Fratta Polesine, Corbola, Ariano nel Polesine, Taglio di Po, Ficarolo), al fine di garantire loro il corretto smaltimento dei rifiuti sanitari”.

I dati economico-finanziari, desumibili dal bilancio 2021, evidenziano “un buon stato di salute dell’azienda che le permetterà di affrontare con determinazione ed incisività le sfide del futuro, con particolare riferimento allo sviluppo della green economy, alla cessazione della qualifica di rifiuto, all’uso efficiente della materia ed al riciclo, nonché alla tutela ed alla valorizzazione delle risorse ambientali. Tutti obiettivi che, in accordo con il socio unico Ecoambiente, sono entrati a fare parte dell’oggetto sociale della Polaris e che sicuramente saranno inseriti nel piano industriale 2022-2026, in corso di redazione”.

Infine Bimbatti ringrazia il direttore generale, Eugenio Boschini ed i collaboratori “che nel corso di tutti questi anni hanno creduto fortemente nello sviluppo e nella crescita dell’azienda. Polaris, oggi, è un asset importante a disposizione dei Comuni polesani”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl