you reporter

tesi di laurea

Università: cosa si rischia con il plagio? Quali soluzioni per evitarlo?

Università: cosa si rischia con il plagio? Quali soluzioni per evitarlo?

03/05/2022 - 18:07

La violazione del diritto di autore che si configura anche quando la tesi di laurea riporta parti di testo non originali e uniche, è abbastanza ricorrente e può comportare conseguenze sul piano penale. I rischi sono molto alti e per questo è importante prevenire, quindi effettuare un controllo preventivo sull'elaborato che consenta di identificare in modo preciso il plagio e di rimuoverlo con correzioni mirate.

Plagiare all'Università: quali conseguenze

Nel campo del diritto d'autore il plagio si verifica tutte quelle volte in cui ci si appropria, in tutto o in parte, della paternità di un'opera che è stata scritta da altri. Le frasi copiate possono essere sparse anche all'interno di una tesi di laurea e si ritengono tali proprio perché viene omesso di specificarne la fonte.

Più nello specifico, il plagio si può verificare quando lo studente effettua il copia-incolla di altro lavoro, senza una corretta citazione diretta, ma non solo. La copiatura sorge anche in caso di parafrasi e quando la teoria di altro autore viene riportata come propria, evitando di indicare la relativa fonte.

Insomma, le forme di plagio possono essere varie, ma in ogni caso il responsabile, secondo quanto previsto dalla Legge del 19 aprile 1925 n. 475, rischierà non solo fino a 12 mesi di reclusione, ma anche la pena accessoria che porta alla revoca del titolo.

Oggi le Università dispongono di potenti software in grado di eseguire scansioni sulle tesi e rilevare le parti che non sono originali. Quanto la percentuale di plagio riscontrata supera il 15% lo studente verrà accusato di violazione del diritto d'autore e sarà inevitabilmente bocciato.

Cosa fare per prevenire il problema del plagio della tesi

Il metodo che consente di superare il rischio di consegnare una tesi potenzialmente plagiata è molto efficace e offre risultati abbastanza rapidi. Si tratta di un apposito software, per l’esattezza NoPlagio, che confronta l'elaborato caricato con gli altri testi liberamente consultabili sul web e con tutti gli altri scritti presenti nel database.

NoPlagio si rivela molto utile anche perché consente di accrescere la consapevolezza degli studenti e degli insegnanti sul problema della violazione del diritto d'autore, che va sempre evitato e corretto quando mancano le necessarie citazioni.

All'analisi quantitativa del testo si affianca poi quella effettuata dagli esperti editori, i quali provvederanno a rimuovere ogni parte copiata, quindi ad apportare tutti gli interventi di revisione del caso al fine di eliminare del tutto qualsiasi traccia di plagio.

Come presentare tesi di laurea uniche e originali

Conseguire la laurea senza temere accuse di plagio è quindi possibile, a patto di richiedere un servizio professionale e completo che non si limita solo a confrontare il testo della tesi con altri scritti, ma che implica anche un controllo da parte di una redazione composta da esperti del settore.

Gli editori, in base alla situazione specifica, provvederanno a togliere dalla tesi revisionata tutte le parti irregolari, nonché a specificare le eventuali citazioni e le fonti mancanti. In questo modo lo studente non ha nulla da temere e potrà conseguire il titolo accademico in modo regolare.

Il servizio di scansione del plagio della tesi di laurea si rivela inoltre indispensabile quando il tempo disponibile per consegnare la tesi è abbastanza ridotto e sta per scadere, oltre che in tutte quelle situazioni in cui si rende necessaria un'analisi verificata sulle parafrasi oppure su porzioni di testo che pongono dubbi in ordine all'originalità.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl