you reporter

I Bersaglieri diventano tennisti per un giorno

Rugby e solidarietà

06/02/2017 - 19:00

Dalle mete al “Battaglini”, ai dritti e rovesci al circolo Don Bosco. I Bersaglieri si sono trasformati in tennisti per un giorno e hanno aderito a una bella iniziativa che ha unito sport e solidarietà.



Ieri mattina, infatti, si è disputata la prima edizione del “Roland GarrossoBlu” (tra terra rossa e sintetico). Tanti giocatori in rossoblù hanno fatto coppia con tifosi e semplici appassionati. La quota d’iscrizione del torneo è stata donata, tramite Noway, all’associazione Danilo Ruzza. Donatori di midollo osseo e cellule staminali, onlus presente con l’importante slogan “Chi dona la vita, la riceve”.



Hanno garantito spettacolo a colpi di tennis diversi giocatori, come la bandiera Stefan Basson, Andrea De Marchi, Davide Pasini, Matteo Ferro, Giovanni Lucchin, Riccardo Loro, Edoardo Lubian, Ross McCann, Francesco Modena, Peter Pavanello e Joe Van Niekerk.



Le gare sono cominciate a partire dalle 9.30. Protagonista anche Graziano Ravanelli, autore dell’indimenticata meta scudetto al Flaminio nel 1988, dopo la dirompente azione di Massimo Brunello. Presenti anche Andrea Bacchetti (ex rossoblù e volto noto della Rovigo sportiva, ora in forza alle Fiamme Oro) e il rodigino doc Matteo Maran (Medicei, Serie A).



Per la cronaca il torneo se lo sono aggiudicati Sergio Sottovia e Ferdinando Ganzarolli, che nella finalissima hanno regolato gli sfidanti Joe Van Niekerk e Cristophe Costa. I vincitori si portano a casa una maglia originale della Femi Cz Rugby Rovigo Delta, autografata da tutti i giocatori.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl