you reporter

Il Delta saluta Rovigo: "Via dal Gabrielli"

Calcio Serie D

82843

13/06/2017 - 09:00

La società Delta Rovigo fa i bagagli e saluta ufficialmente il Gabrielli. Ancora incerto il futuro, ci sono problemi economici e non è detto che la squadra riesca ad iscriversi al prossimo campionato di Serie D.


"Il 6 giugno la società ha incontrato l’assessore Paulon per anticipare che, molta probabilità si sarebbe rinunciato all’utilizzo dello stadio" fa sapere la società.


I biancoblù aggiungono: "Tale decisione è stata purtroppo presa a fronte di alcune situazioni che, al momento, non trovano soluzione". Il periodo è delicatissimo: "Lo sponsor principale ha deciso di non rinnovare l’impegno per la nuova stagione, mettendo in difficoltà la società per la programmazione del nuovo campionato e la realizzazione dei lavori per l’ottenimento dell’agibilità edilizia e di pubblico spettacolo e dell’omologazione sportiva dello stadio".


C'è un altro motivo: "La Lnd, per la nuova stagione, richiede che, al momento dell’iscrizione vi sia la disponibilità di un campo con agibilità definitiva. La società ha disputato a Rovigo tre campionati in deroga (grazie all’agibilità temporanea sottoscritta dal Commissario e dal Sindaco), ma da quest’anno non è ammessa alcuna eccezione, in caso di mancanza di agibilità definitiva la Lega dispone che le gare siano disputate a porte chiuse".


Si legge sempre nella nota: "Il Delta Calcio Rovigo si era impegnato, come da delibera, a fronte di otto anni di sub concessione (concessione appartiene alla Asd Rovigo Lpc), a porre in essere entro l’inizio della stagione 2017/18, lavori di ristrutturazione di nuove murature e fornitura e installazione impiantistica elettrica e sanitaria dei locali docce e servizi igienici spogliatoi (locali ed ospiti), nuovo locale per secondo arbitro e infermeria, abbattimento delle barriere architettoniche riguardanti l’accesso ad alcuni locali, sostituzione alcuni serramenti, realizzazione impianto illuminazione d’emergenza della tribuna, realizzazione tre servizi igienici in muratura per il settore ospiti, compreso allacciamento elettrico, idrico e sanitari, realizzazione seconda via di esodo".

"Per ottenere l’agibilità, inoltre, il Comune avrebbe dovuto ottenere deroga ai Vigili del fuoco per alcuni problemi strutturali, per esempio gli accessi laterali alla tribuna, per l’ottenimento del certificato prevenzione incendi".


Conclude il club: "Tali lavori, per la mancanza di sponsor e aiuti, risultano molto onerosi e, comunque, di difficile realizzazione entro l’inizio del nuovo campionato, pertanto, la società è costretta a liberare l’impianto rinunciando alla subconcessione che riportava scadenza al 30 giugno 2024".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl