you reporter

Rugby

La città festeggia la stella

Rovigo, la città festeggia la stella. Il presidente della Femi Cz Nicola Azzi: “Vogliamo ricordare la vittoria più importante”. Venerdì l’appuntamento per il trentennale del decimo scudetto del Rovigo

La città festeggia la stella

E’ tutto pronto per l’Automaster Rovigo Rugby Festival che inizierà sabato prossimo e continuerà domenica, con molte iniziative per gli appassionati rugbisti. L’anteprima però è venerdì primo giugno con il festeggiamento, da parte della Femi Cz Rugby Rovigo Delta e dell’amministrazione comunale, del trentennale della conquista del decimo scudetto rossoblù, ottenuto nel 1988 e che ha permesso alla squadra dei Bersaglieri di guadagnare la prima stella.

La formazione vincitrice in quell’anno sarà accolta in sala consiliare in comune dal sindaco Massimo Bergamin. Il ricco programma inizierà alle 18.30 da Palazzo Nodari, dove i 33 giocatori di quella stagione (con alcune possibili defezioni per impegni personali e impossibilità di raggiungere Rovigo) saranno accolti dal sindaco, Massimo Bergamin, e dallo stesso presidente dei Bersaglieri, Nicola Azzi, che consegneranno un attestato ufficiale, insieme ad una maglia e ad una cravatta celebrativa.

Sullo sfondo i video appositamente realizzati per la serata, che saranno poi riproposti anche in piazza Vittorio Emanuele II, con immagini inedite ed interviste, che riguarderanno i tre fuoriclasse stranieri di quell’annata: Tito Lupini, Naas Botha e Gert Smal, la finale contro Treviso e il leggendario treno rossoblù, uno dei simboli di quella cavalcata trionfale nella capitale. Ventitrè carrozze stipate che saranno ricordate con una spilla celebrativa che sarà possibile ritirare nei punti ristoro organizzati da uno dei campioni di allora, Stefano “Joe” Prearo.

L’appuntamento, dalle 20, sarà in piazza Vittorio Emanuele II per il terzo tempo con tifosi e personalità del rugby nazionale, che daranno il loro saluto a questi campioni. Sarà allestito un mega schermo proprio in piazza, dove saranno proiettate foto e filmati risalenti al 1988. Il tutto montato da Alberto Gambato.

La serata sarà animata e presentata da Andrea Trombini che farà domande ai campioni dell’88 per capire, dopo trent’anni, come ancora è vissuta questa esperienza.

Il presidente della Rugby Rovigo Nicola Azzi ha spiegato: “La società rodigina ha deciso subito di affiancare questo progetto, in quanto questo scudetto va onorato e preso maggiormente in considerazione da parte di tutti. Si vuole ricordare uno scudetto decisivo, il decimo, che è rimasto il più importante nella storia di questa squadra perché ha portato alla stella. Con tanti campioni in campo tra cui Botha e Lupini”. Azzi ha aggiunto: “La Rugby Rovigo deve essere come cassa di risonanza di questo evento per far capire quanto è importante”.

Ha quindi parlato l’ex direttore sportivo della squadra dell’88, Giuseppe Favaretto: “Sarà una serata ricca di emozioni e di soddisfazioni per noi che abbiamo vissuto quell’anno. Credo che la cornice di Rovigo sia veramente importante per essere ancora più incisivi per questo evento”. E ha concluso: “Sono contento che ci siano tanti ospiti illustri e che si ricordi in modo così importante la nostra vittoria, che rimarrà sempre nella storia della Rugby Rovigo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl