you reporter

Rugby giovanile

La Monti si prepara al via

Proseguono i test match dei giovani rossoblù.

04/10/2018 - 16:11

Sabato 29 settembre alle 17 negli impianti sportivi del Valsugana Rugby si sono disputate le due partite in contemporanea della preseason per le formazioni Under 14 della Monti Rugby Rovigo. La squadra Rossa capitanata da Nicola Bolognini ha trovato nel Valsugana Rugby una formazione strutturata e già in piena forma che ha dominato il primo tempo evidenziando una preparazione atletica ancora da completare da parte dei giovani rodigini, i quali però verso la metà del secondo tempo hanno ritrovato il gioco e la compattezza necessaria per bloccare il risultato a 6 mete a 2 per il Valsugana.

La squadra Rossoblu capitanata da Mattia Barion, formata per la maggior parte da atleti al primo anno in Under 14, ha giocato una partita molto intensa subendo meta in azioni individuali dell’avversario di “gioco rotto”. Ha dimostrato una buona intesa di squadra nei raggruppamenti e nelle mischie. Il risultato finale è di 5 mete a 2 per il Valsugana.

Il coach Emanuele Pegoraro al termine delle partite si è dichiarato soddisfatto di quanto emerso durante gli incontri e contento del collettivo perché tutti i ragazzi si sono impegnati al massimo. È doveroso sottolineare che nella prima partita di stagione la Monti si è misurata contro una delle migliori realtà giovanili del rugby italiano. Il prossimo impegno per l'Under 14 sarà al Battaglini sabato, una formazione giocherà alle 17 contro il Badia e l’altra alle 18 contro il Frassinelle.

Monti Rossa: Grano, Rondina, Golaj, Bekshiu, Brazzo, Bolognini, Casula, Gheller, Mizzon, Zenato, Bozzato, Ravanelli, Perini, Motta, Nalin. Monti RossoBlu: Khoule, Romagnolo, Bozzo, Perini, Risso, Barion, Rossetto, Poggi, Milan, Osti, Rubiero, Momoli.


Minirugby I più piccoli atleti si sono recati a Casale sul Sile per il nono torneo del Caimano. I bambini si sono divertiti molto e l'organizzazione si è dimostrata impeccabile. Un momento particolarmente emozionante del torneo è stato quando i bambini trainati dalla mascotte del torneo, appunto il caimano, sono avanzati nel campo da gioco tenendo in mano una corda che univa tutte le squadre, a simboleggiare la passione per questo sport che trascende qualsiasi colore ed è alla base del gioco.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl