you reporter

Rugby Top 12

Rovigo, Azzi: “Ecco la mia verità”

Il presidente domani spiegherà le sue ragioni nei rapporti con Comune e Monti. Il patron rossoblù: “Risultati significativi”. Zambelli: “Certe cose vanno chiarite”.

Rovigo, Azzi: “Ecco la mia verità”

19/11/2018 - 20:05

“Ho aspettato che la Rugby Rovigo giocasse a Calvisano perchè non volevo che le mie parole potessero essere lette come un ulteriore motivo di disturbo nello spogliatoio. Ho lavorato da presidente con assoluta onestà intellettuale coinvolgendo figure più competenti di me nel trattare specifiche questioni”.

Con queste brevi parole Nicola Azzi, presidente della Rugby Rovigo, ha convocato per domani mattina la conferenza stampa in modo da poter spiegare la sua verità dopo la situazione seguita alle dimissioni del cda della società.

“I risultati fino ad oggi raccolti sono significativi e rappresentano comunque un passo avanti rispetto alla situazione odierna - ha aggiunto Nicola Azzi - Parlo dei rapporti con il Comune di Rovigo e con la Monti”.

“Risponderò alle vostre domande e alle insinuazioni fatte nei miei confronti, dati alla mano”, ha aggiunto.

L’incontro si terrà nello studio di Azzi, in viale Porta Adige. Un intervento che servirà per capire meglio la situazione critica venutasi a creare. E che mette in dubbio il futuro della società. Sarà comunque la prossima assemblea dei soci (di cui ad oggi non si conosce la data), che deciderà quale sarà il prossimo cda e quale sarà il futuro della società stessa.

Dopo la partita con il Calvisano, l’ex presidente e main Sponsor Francesco Zambelli spiega: “Sono molto contento per i ragazzi e per il fatto che è arrivata una vittoria veramente importante e di carattere. Umberto Casellato si meritava questo trionfo, perché spesso è solo e deve trovare le sue motivazioni, oltre a dare la forza a tutta la squadra di domenica in domenica”. Zambelli specifica: “Il mio sostegno economico alla società l’ho promesso e non mi rimangio la parola solo perché mi sono dimesso dal cda, in quanto è stata una decisione presa perché ci sono certe situazioni che devono essere ancora chiare e per questo motivo ho deciso che non ha più senso che io sia dentro il cda di questa società”.

“Il mio amore per questa squadra è indiscutibile - conclude - ed il mio contributo anche, per cui è proprio per questo che vorrei che tutto fosse chiarito e che non ci fossero più questioni particolari su cui discutere”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl