you reporter

Calcio Serie D

Delta, è il tempo degli eroi

I bassopolesani vincono ad Arzignano in inferiorità numerica. Il Porto Tolle si fa prendere sul 3-3 al 90’, ma in pieno recupero trionfa 4-3.

Delta, è il tempo degli eroi

12/12/2018 - 21:32

Un super Delta riesce ad espugnare in pieno recupero il campo dell’Arzignano. La classifica della squadra di Porto Tolle adesso sorride. Ma il successo sul campo dei vicentini è utile soprattutto ai cugini dell’Adriese capolista, che così mantiene inalterato il vantaggio rispetto agli inseguitori.

Nella giornata delle grandi in ombra anche l’Arzignano si adegua e cade per la terza volta nelle ultime 4 gare al Dal Molin. Il Delta si è dimostrato l’osso duro che si sapeva.

Passando alla cronaca, la gara si vivacizza all’11’: Maldonado alza troppo la gamba in area e l’arbitro dà una punizione a due; Malagò la gioca trovando il braccio di Odogwu aderente al corpo, l’arbitro vede rigore. Dal dischetti va Traini, che trasforma al 12’ per il vantaggio del Delta.

Neanche il tempo di riprendersi che si va al raddoppio deltino: Gurini a fondo area salta in scioltezza Panzani che lo stende. Stavolta il penalty è più netto del precedente: Traini cambia angolo ma il risultato è lo 0-2 al 20’.

Gurini si ripete al 24’ mettendo un cross insidioso, poi l’Arzignano dimezza lo svantaggio con una pregevole azione Burato-Valenti-Parasecoli, con cross basso in area ancora per Burato che sul secondo palo infila comodo al 28’.

Fracaro ci prova al 32’, ma la sua conclusione è deviata, poi riceve palla in area da Valenti dopo una sgroppata, ma il suo tiro è ribattuto al 38’.

Il tempo si chiude con il rasoterra di Maldonado dal limite che non trova la porta: è il 46’.

Nella ripresa l’Arzignano entra in campo con un piglio diverso e sul cross di Fracaro Odogwu di testa manda di poco a lato (all’8’).

Un errore di Munaretto regala palla a Sottovia ma la punta batte centrale (è l’11’). L’Arzignano pasticcia su una rimessa laterale lasciando libero Malagò di esplodere dal limite la gran botta che vale il terzo gol deltino al 23’.

Poco male però perché poco dopo Sirigu affossa in area Odogwu e si becca il secondo giallo. Maldonado è infallibile dal dischetto (al 28’) e l’Arzignano è ancora in partita.

In superiorità numerica è quasi un assedio, Odogwu tenta con un diagonale a fil di palo (al 31’) e il missile di Maldonado va di poco a lato (al 34’). Allo scadere del 90’ però è ancora il Maldo a far esplodere il Dal Molin: angolo, appoggio di Panzani e bomba dai 25 metri che s’infila sotto il sette (è il 44’).

Il Delta in 10 contro 11 potrebbe essere contento anche così, invece non molla la presa e ottiene un fallo sulla trequarti destra: Malagò scodella la palla per il nuovo entrato Kolyatko che la spizzica in rete per l’incredibile 3-4. E’ il 47’ e un grandissimo Delta ottiene l’impresa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl