you reporter

Rugby

Un comitato di ex giocatori per costruire il futuro

Il cda ha presentato gli obiettivi che intende realizzare entro giugno.

Un comitato di ex giocatori per costruire il futuro

18/12/2018 - 20:42

Un comitato di ex giocatori per pianificare il futuro del rugby rodigino. C’è anche questo progetto tra gli obiettivi che il nuovo cda della società di viale Alfieri si è proposto di portare a termine entro la fine del suo mandato. A due settimane dall’elezione dalla turbolenta assemblea dei soci del 4 dicembre scorso, il presidente Francesco Zambelli ha elencato i vari traguardi che intende realizzare nei prossimi mesi assieme ai consiglieri Paolo Reale e Giuseppe Favaretto.

Il primo riguarda le finanze del club: il cda vuole portare già entro il prossimo mese il capitale sociale a 150mila euro.
Poi c’è la questione dei rapporti con il comune per la concessione del Battaglini. Zambelli si propone di concludere positivamente la revisione del contratto di comodato d’uso gratuito della struttura, compresa la regolamentazione della pubblicità. E sempre rimanendo in tema stadio, tra i punti del programma figura quello di adoperarsi per il perfezionamento e per il sostegno finanziario per la realizzazione di uno o due campi in sintetico al Battaglini.

Mano tesa anche alla Monti Junior: il presidente rossoblù infatti, tra i vari obiettivi dichiara di voler “favorire la crescita del settore giovanile della società”. Un segnale importante sotto questo aspetto lo si era già visto durante l’assemblea dei soci, con l’elezione dell’allora consigliere della Monti Paolo Reale nel cda della Rugby Rovigo, richiesta proprio da Zambelli.

Passando dagli aspetti amministrativi a quelli sportivi, Zambelli annuncia di voler riportare la prima squadra ai massimi livelli del Top 12 di rugby nazionale, per la soddisfazione dei tifosi e degli sponsor. Al consigliere Favaretto è stato assegnato il doppio ruolo di direttore generale e direttore sportivo.

E per ultimo chiude il programma un progetto che guarda molto più avanti: la costituzione di un comitato di ex giocatori ed esperti di rugby, volontari, con lo scopo di individuare il percorso migliore per strutturare e sviluppare proficuamente il gioco del rugby polesano in futuro. Un’idea già stata lanciata durante l’assemblea dei soci, che nei prossimi mesi potrebbe diventare realtà.
“Il successo di questo programma comporta una più ampia e sentita partecipazione sia dei sostenitori economici che dei tifosi allo stadio, tutti fin d'ora ringraziati”, conclude la società.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl