Cerca

Podismo

I moschettieri del fango, campioni a Falzè di Piave

Faggin, Marchetti, Silvestrin e Castagna portano a casa le maglie di campioni regionali in un “Cross del Pedrè” reso durissimo da pioggia e fango.

Terzo è ultimo appuntamento per le corse campestri regionali dedicate ai Master, che è coinciso con l’assegnazione delle maglie di campione regionale per tutte le categorie, maschili e femminili, dai 35 anni in poi. Si è corso domenica mattina, a Falzè di Piave, nel trevigiano il “Cross del Pedrè”: il percorso che, già da se,  è sempre stato particolarmente selettivo, è stato imperversato dalle abbondante piogge cadute, così che gli atleti si sono trovati ad affrontare numerosi acquitrini e “mari” di fango, redendo difficile persino restare in piedi in alcuni tratti.

I nostri Master al via, comunque, si sono difesi alla grande, tornando con numerosi titoli e ottimi piazzamenti. Primo via per  i 6 km per  le categorie Master maschili, da M35 a M55 con la vittoria del bellunese Francesco Duca. Che ha superato il campione del mondo di corsa con le ciaspole, Filippo Barizza, mentre gli atleti di AVIS Taglio di Po e Salcus, hanno lottato nelle retrovie per portare più punti possibili alle loro squadra. A ruota la partenza delle rimanenti categorie maschili e di tutte quelle femminili su un tracciato di  4,5 km con i nostri protagonisti: molto generoso  Lorenzo Andreose (Salcus) che parte in testa e metta in difficoltà, nei primi due giri,  un “big” a livello nazionale, come Giorgio Centofante (Atl. Riviera del Brenta), che poi va a vincere la categoria M60, mentre Andreose finisce terzo.   Tra gli M65  Maurizio Marchetti, dell’AVIS Taglio di Po, tiene a bada il vicentino Silvano Rigoni e va a vincere il titolo regionale, cosa che fanno anche il compagno di squadra Giuseppe Castagna, primo tra gli M80 e Marino Silvestrin (Podisti Adria) tra gli M75. Qualche problema fisico per Adriano Liviero (AVIS Taglio di Po) lo porta “solo al secondo posto tra gli M70, categoria che aveva dominato nelle tappe precedenti: si rifà, invece, Carla Faggin (Salcus) che segue da vicino l’inglese Sally Goldsmith ed arriva seconda tra le F55, vincendo, però, la maglia di campionessa regionale.

Dopo i Master le gare giovanili con le categorie Ragazzi e Cadetti, sia maschili che femminili: nel chilometro per le Ragazze tutte ben piazzate,  Ilaria Nezzo, Elena Crepaldi e Chiara Arcidiacono, della Discobolo Atletica Rovigo, che portano il proprio club ad un bel settimo posto nella classifica finale di società giovanili. Tra le “corazzate” di Venezia e Treviso anche la Salcus (13ª) e l’AVIS Taglio di Po (14ª) nella graduatoria di società Master con ben 26 sodalizi in lizza. Domenica prossima l’appuntamento del calendario podistico polesano è nel centro di Rovigo, con la “Rovigo in Love” che propone tre tracciati non competitivi, uno di dieci miglia, uno di 9 km ed uno di 5 km.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy