you reporter

Motori

Bellan cerca il rilancio al Piancavallo

pilota di Taglio di Po, in attesa della ripresa del Trofeo Clio R3 Open e della Coppa Rally ACI Sport, si presenta al via del blasonato appuntamento friulano.

Bellan cerca il rilancio al Piancavallo

Alessio Rossano Bellan è pronto, desideroso di riscattare il conto con la sorte che gli ha tolto dalle mani, in occasione del precedente Rally Bellunese, una seconda posizione di classe R3C meritata ed importanti punti in chiave campionato. Il cedimento del motore, della Renault Clio R3C, a due chilometri dal termine dell'ultima prova speciale non ha intaccato il morale del pilota di Taglio di Po, il quale ha deciso di confrontarsi in uno degli eventi più carichi di storia automobilistica a livello nazionale ed internazionale, il Rally Piancavallo, in programma per i prossimi 11 e 12 Maggio.

Il portacolori del team adriese Bolza Corse, iscritto per i colori della scuderia Monselice Corse, sarà quindi della partita nell'appuntamento friulano, nell'ambito del rally nazionale che si accoderà a quello valido per l'International Rally Cup. Affiancato dalla bresciana Arianna Faustini il tagliolese avrà come principale obiettivo quello di testare il nuovo cuore pulsante della trazione anteriore francese, data l'assenza di validità per il Trofeo Clio R3 Open e per la Coppa Rally ACI Sport.

 “Abbiamo deciso di partecipare al Piancavallo” – racconta Bellan – “perchè, in origine, doveva far parte della quarta zona. Nonostante non siano state confermate le validità sarà comunque bello calarsi in uno scenario d'altri tempi, su prove speciali che hanno fatto la storia del rallysmo degli anni d'oro. Dopo il Bellunese abbiamo rifatto completamente il motore e saremo qui al Piancavallo per testare bene il tutto. Avendo segnato uno zero, in entrambe i campionati che seguiamo, non possiamo più permetterci altri passi falsi. Il Piancavallo sarà quindi l'occasione ideale per testare la vettura e per percorrere altri chilometri. La Clio R3 non è semplice da portare al limite. Di conseguenza più chilometri riusciamo a farci e prima impariamo.”

 Il Rally Piancavallo, giunto quest'anno alla sua trentatreesima edizione, offrirà un programma parzialmente ridotto per l'evento a valenza nazionale, pur restando comunque articolato su due giornate di gara. Tre le prove speciali previste per Sabato 11 Maggio: due passaggi sulla “Poffabro” (7,40 km), dei quali il secondo in notturna, intervallati dalla “Pian delle More” (14,90 km). Quattro i tratti cronometrati sui quali si svilupperà la sfida nella frazione domenicale, due tornate sulla “Pielungo” (14,20 km) e sulla “Campone” (9,00 km). Poco meno di quattrocentoottanta chilometri di gara, dei quali quasi centotrenta di prove.

 “Non abbiamo mai corso prima su queste strade” – aggiunge Bellan – “ed il Piancavallo, per il solo nome che ha, si confermerà certamente una gara impegnativa e molto selettiva. Da quel che abbiamo scoperto le prove dovrebbero essere ricche di cambi di ritmo. Dalle previsioni meteo sembra che la scelta delle gomme diventerà determinante, nell'ottica del risultato finale. Il nostro unico obiettivo è quello di arrivare alla fine e di controllare che la nostra Clio R3 sia in ordine. Ci vogliamo preparare per il Dolomiti. Vogliamo divertirci e non dobbiamo strafare.”

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl