you reporter

Rugby Top 12

Bersaglieri pronti al "grande classico"

Il pilone Nicolò D’Amico: “E’ la mia prima volta in finale, vogliamo portare a casa lo scudetto a tutti i costi”.

Bersaglieri pronti al "grande classico"

Dopo un anno di assenza il Rovigo torna in finale. La vittoria per 18-9 ottenuta contro i campioni d’Italia dell’Argos Petrarca Padova consentirà ai rossoblù di andare a giocarsi il titolo in casa del Calvisano. Un successo più che meritato per la Femi Cz Rugby Rovigo Delta che ha chiuso la prima frazione di gioco in svantaggio 7-9, ma nella ripresa ha cambiato marcia e ha cominciato piano piano a far sentire la sua pressione per poi andare a segno con Majstorovic, che dopo una serie di mischie ha sfondato la difesa avversaria e portando i rodigini sul 12-9. Due calci piazzati di Mantelli hanno poi messo ko definitivamente il Padova.

Durante il match si è vista inoltre la formazione di casa partire con una prima linea quasi inedita, composta da Pavesi, Cadorini e Rossi. Una media di 22,5 anni per questi tre giocatori, che hanno dimostrato ugualmente di essere all’altezza della situazione in mischia. Nella seconda frazione di gioco i tre giocatori sono stati cambiati per dar spazio al trio Brugnara, Momberg e D’Amico, che con la loro prorompenza sono stati altrettanto determinanti in difesa e nella mischia chiusa.

È proprio Nicolò D’Amico, che dopo la gara commenta: “Siamo contenti per la vittoria che abbiamo ottenuto, per me è la prima finale sono veramente entusiasta per esserci arrivato. Fin da inizio partita abbiamo dato il massimo e credo sia giusto che la prima linea non sia per forza con me, Riccardo e Jaques, ma che anche Cadorini, Rossi e Pavesi abbiano la possibilità di giocare. Siamo riusciti a fare nettamente la differenza contro il Padova - continua - i nostri avversari hanno fatto veramente fatica ad entrare nella nostra metà campo e le hanno avuto pochissime occasioni per arrivare in meta, a differenza nostra che potevamo chiudere con un vantaggio ben diverso”.

“Ora non posso che aspettarmi grandi cose da questo ultimo atto della stagione tra noi ed il Calvisano - conclude - siamo carichi e pronti a tutto; sappiamo bene qual è la potenzialità della formazione bresciana, ma siamo tranquilli e pronti ad ogni eventualità, sicuri che possiamo farcela in ogni caso. Comunque vada sarà un successo, ma noi vogliamo portare a casa lo scudetto”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl