you reporter

RHODIGIUM BASKET

Dieci anni di palla a spicchi rossoblù

A tracciare un bilancio di questo compleanno è la presidente Mariapaola Galasso

Il 18 giugno 2010 un gruppo di genitori spinti da un grande gesto di amore e responsabilità scelse di fondare una società sportiva di pallacanestro. Per le loro figlie, per dare loro la possibilità di credere in un sogno.

Dopo 10 anni il gruppo di genitori si è’ trasformato in una dirigenza competente, organizzata, che dedica giornate intere alla gestione di una società che è’ diventata il più grande punto di riferimento per la pallacanestro maschile e femminile in Polesine . E quelle bambine , che rincorrevano un sogno dieci anni fa, sono oggi in prima squadra e prima del Covid-19 lottavano per conquistare una storica promozione in serie A2.

Le bambine di 10 anni fa sono impegnate oggi nell’animazione Timeout SUMMER, credono ancora nel progetto Rhodigium e soprattutto continuano a credere che alla base di un movimento così grande e sano rimanga l’ amore, per lo sport, per i ragazzi, per i loro sogni.


La Rhodigium basket compie dieci anni: tracciamo un bilancio di questo compleanno con la presidente Mariapaola Galasso.

Quale motivazione ha spinto allora un gruppo di genitori a fondare la società ?

Abbiamo voluto offrire la possibilità ad un gruppo di ragazze di inseguire il sogno di giocare a pallacanestro cercando di garantire un adeguato contesto educativo d formativo e tutto questo nella loro città per abituarle anche a credere nell’importanza di impegnarsi per la costruzione di una comunità solidale.

Le principali difficoltà incontrate in questi anni?

Il discorso sarebbe complesso, dovendo sintetizzare direi alcuni aspetti strutturali che contraddistinguono la nostra città legati alla mancanza di palestre e più in generale una scarsa consapevolezza dell’importanza dello sport nella formazione dei giovani.

Quale ritiene sia la forza della Rhodigium Basket?

Credo sia la capacità di costruire relazioni tra diverse generazioni attraverso il linguaggio universale dello sport , un insegnamento che sara’ un bagaglio sicuro per il futuro dei giovani ma anche occasione per noi meno giovani di rimanere a contatto con i cambiamenti del nostro tempo.
In tal senso non posso che ringraziare tutti quelli , e sono moltissimi, che in questi anni hanno voluto collaborare con la società.

Come ha inciso il Covid nella crescita della società?

Con la dovuta premessa e il rispetto per chi ha sofferto perdite umane e difficoltà economiche, mi sento di dire che la pandemia ha travolto e interrotto un percorso di grande crescita numerica ( oltre 350 tesserati), sportiva ( secondo posto in classifica in serie B) e ha bloccato sul nascere il progetto della Fip nazionale che aveva scommesso su di noi affidandoci le finali nazionali under 16 femminili, occasione unica di visibilità anche per il nostro territorio.

Gli obbiettivi attuali e i progetti futuri verso cosa si orientano?

In questi mesi ci siamo costantemente interrogati e , dopo un iniziale disorientamento, siamo volutamente partiti dai più giovani, lavorando per creare le condizione per ripartire attraverso l’animazione estiva Time out Summer.
Oggi, come dieci anni fa , abbiamo creduto e ci siamo impegnati per farli uscire dalle case , dove erano stati protetti, e farli crescere attraverso lo sport e il confronto con i coetanei.

Progetti per la serie B?
Avviata l’attività giovanile e in attesa di conoscere l’evoluzione delle norme federali ,in questi giorni stiamo definendo come strutturare la nostra prima squadra senior in modo da continuare ad offrire spettacolo ai nostri tifosi.

Il suo personale bilancio presidente dopo 10 anni?

Riuscire a conciliare professione, famiglia e presidenza non e’ stato facile e diciamo non mi ha lasciato altri spazi, ma fortunatamente non avrei desiderato una vita diversa perché sono tre grandi passioni che si integrano tra loro.
In questi anni, pur non muovendomi da Rovigo, ho potuto di conoscere e relazionarmi con molte persone e situazioni che mi hanno permesso di continuare a cercare di avere una mente sempre aperta al nuovo.

Quale futuro si prospetta per la Rhodigium basket?

Nel futuro, come i momenti recenti ci insegnano, ci attenderanno sicuramente nuove sfide e cambiamenti. Alcune saranno difficili, altre sembreranno addirittura impossibili, ma una cosa è certa. Affronteremo il futuro guidati dalla nostra filosofia, “ “cresciamo insieme” convogliando tutte le nostre energie nel progetto in cui crediamo fortemente, la Rhodigium Basket.

Per info è possibile visitare i canali social della Rhodigium Basket. Dal 18.6 2020 sarà online un regalo di compleanno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl