you reporter

ROSOLINA

Han corso dieci maratone di fila

443 km a staffetta lungo il corso dell’Adige, un tuffo nella meraviglia che lascia senza fiato

Han corso dieci maratone di fila

14/09/2021 - 13:57

Una festa lunga 433 chilometri, che ha coinvolto i runner in gara, trascinati da uno spirito di squadra che li ha sospinti per un’avventura lunga più di una giornata. Sono rimasti entusiasti anche gli organizzatori, i volontari sul percorso, gli spettatori e chiunque si sia trovato ad incrociare la seconda edizione della Resia Rosolina Relay, Along Adige River. La gara è partita alle 4 della notte di venerdì 10 settembre da Resia, per arrivare nel tardo pomeriggio di sabato 11 al mare di Rosolina. Un viaggio affascinante su un percorso ricavato al 95% su piste ciclabili, che segue il corso dell'Adige.

A ispirare l’iniziativa, la “sorella maggiore” d'oltreoceano, la “Hood to Coast Relay” che si svolge in Oregon. Qui, però, i chilometri sono molti di più, appunto 433, da correre senza soluzione di continuità, a staffetta con squadre di 10 atleti. Sono arrivati da tutta Italia: c'era un team da Roma, uno da Aosta, c'erano i “10 di Parma”. Tutti hanno vissuto un’esperienza unica e irripetibile.

Ad organizzare, è stata Asd Vem Team, in collaborazione con Asv Rennerclub Vinschgau, Asd Polisportiva Adige, Run It Rovigo, Uisp Verona e Uisp Rovigo. “Siamo partiti da quota 1500 metri - spiegano i partecipanti - quasi al fresco e con la neve a vista, adesso siamo a livello del mare. L’Adige unisce il nostro Nord, ed è una notizia che dobbiamo mandare a tutta Italia, perché correre qui è speciale e meraviglioso”.

Ad alimentare l’emozione, il testa a testa tra la squadra arrivata da più lontano, il Team Senza Paura Emsc di Roma, e i veneti di Vicenza Marathon. Alla fine l'hanno spuntata i romani, ma dopo 433 chilometri soltanto 9 minuti e dieci secondi hanno diviso le due formazioni. Toccanti le parole del presidente della squadra che ha tagliato per prima il traguardo, Andrea Di Somma: “Eravamo qui un anno fa, perché gli organizzatori hanno avuto coraggio, e questa era una delle poche manifestazioni che non ha subito rinvii o annullamenti. Era giusto tornare, ancora più motivati, e loro come al solito ci hanno offerto professionalità e un percorso meraviglioso”. Di fatto, il Team Senza Paura è stato anche la prima squadra mista a tagliare il traguardo, mentre il Vicenza Marathon ha primeggiato nella classifica maschile. Gloria per tutti, insomma.

La squadra locale si è piazzata all'ottavo posto del podio con grande soddisfazione anche di Cinzia Sivier e Alessandra Zambon, di Run It e di Uisp Rovigo. I componenti sono stati premiati, insieme alle altre squadre, domenica mattina alla presenza del presidente di Run It Cristiano Gasparetto e di Roberta Ghirardini dirigente.

“Un ringraziamento speciale - chiudono gli organizzatori - a tutti i nostri volontari, in particolare a quelli che hanno pazientemente atteso i podisti ai punti di cambio di Badia Polesine, Lendinara, Lusia, Boara Polesine, San Martino di Venezze, Pettorazza Grimani, Cavarzere, Loreo, Rosolina. Grazie anche a chi ha garantito l'apertura del punto di ristoro presso la Palestra dell'Itis e a chi ha vigilato i punti più critici del percorso, il Gruppo Odv Protezione civile Anps di Rovigo, la Protezione civile e la Pro loco di Rosolina. E infine grazie al Comune di Rosolina”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl