Cerca

Bottrighe

Amadeus ospite del Bocar Juniors

Il noto presentatore tv a Bottrighe per seguire il figlio durante la sfida tra i giovanissimi di Bocar e Inter

Amadeus ospite del Bocar Juniors

BOTTRIGHE – E’ lui o non è lui? Si chiedevano in tanti ieri pomeriggio allo stadio Umberto Maddalena di Bottrighe. Sì, è proprio lui: Amedeo Umberto Rita Sebastiani, per tutti Amadeus, il popolare conduttore televisivo de "I soliti ignoti" e della kermesse sanremese più seguita degli ultimi decenni. Grande appassionato di calcio e sfegatato tifoso interista, ha dispensato selfie e sorrisi in un vero e proprio bagno di folla. E’ arrivato a Bottrighe per seguire il figlio Josè, che il pubblico televisivo ha imparato a conoscere come presenza fissa nella platea dell'Ariston accanto alla mamma Giovanna, negli ultimi Festival di Sanremo. Josè è nella rosa dei giovanissimi nerazzurri: infatti giovanissimi Èlite e Sperimentali dell’Inter hanno sfidato i pari età padroni di casa del Bocar juniors.

Grande la soddisfazione in casa Bocar per una bella giornata di calcio, condita dalla presenza di centinaia di persone sugli spalti, oltre a quell’ospite speciale che per una manciata di minuti ha girato tra gli spalti, prima di trasferirsi negli spogliatoi e godere di maggior privacy. “Amadeus è arrivato qui a Bottrighe per seguire il figlio Josè, portiere degli Sperimentali dell'Inter - dice il presidente del Bocar, Tito Livio Franzolin - Prima della gara gli ho mostrato il nostro depliant, che illustra le attività della nostra società”. Scontata la domanda: come avete fatto a portare l’Inter a Bottrighe? “Niente succede a caso, è il frutto di un lavoro che viene da lontano - chiude Franzolin - e che fuori dal nostro territorio ci viene riconosciuto appieno”.

Allora guai a dimenticare quanto successo sul campo, con i giovani adriesi che hanno saputo affrontare a testa alta e colpo su colpo i nerazzurri, specchio del grande lavoro orchestrato negli ultimi anni dalla società rossonera. I Giovanissimi Èlite (classe 2007) del Bocar, guidati da mister Andrea Boscolo, hanno perso 2-0 dai Giovanissimi Nazionali dell'Inter (classe 2008) allenati da Luca Pedinelli, al termine di un testa a testa equilibratissimo. Decisivi il gol di Grisoni al 28' del primo tempo e di La Torre al 30' della ripresa, ma fondamentali si sono rivelati anche i portieri nerazzurri Mortarino e Liberali, abili a sventare le minacce offensive del Bocar, trascinato da un indemoniato Bergamaschi. Bellissima in particolare una sua punizione pennellata nella prima frazione, tolta dall'incrocio da un gran colpo di reni del portiere, ma interessanti anche le trame di gioco messe in campo dagli adriesi.

Nella seconda sfida i Giovanissimi Sperimentali (classe 2008-09) di mister Luca Ferro, campioni assieme a La Rocca Monselice nel campionato appena concluso, sono finiti ko 7-1 contro i nerazzurri classe 2009 di Giovanni Vivabene. A difenderli tra i pali c'era il figlio di Amadeus, Josè Sebastiani, autore di alcuni buoni interventi e incolpevole sul destro di Paganin al 13' del primo tempo a pareggiare il sigillo di Mardegan al 7', poi autore del bis al 33'. Nella ripresa i nerazzurri hanno dilagato con un poker di Konè e un gol di Piva, in quella che è stata l'unica rete di giornata del Bocar. Ma anche in questo caso gli adriesi, specie nel primo tempo, si sono ben disimpegnati.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy