you reporter

Maltempo nella Riviera del Brenta <br/> il governatore Zaia batte cassa a Roma

45208

12/08/2015 - 12:00

VENEZIA - Per la Riviera del Brenta, colpita dal tornato l'8 luglio, “abbiamo già presentato una richiesta di danni per 100 mln di euro, oggi ne abbiamo in cassa 8, il Governo ci deve dare gli altri 92”.

Lo ha ricordato Luca Zaia, presidente del veneto, a Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile. Insieme ieri hanno effettuato un sopralluogo nei paesi (Dolo, Mira e Pianiga) colpiti dalla tromba d'aria di inizio luglio.

“La giustificazione di Roma è che oggi c'è una norma che impedisce di finanziare privati e imprese. Noi chiediamo che questa norma venga cambiata” ha insistito Zaia, confermando anche la richiesta a Curcio e, quindi, al Governo, di 100 milioni per le frane in Cadore. Il governatore ha ricordato che tantissime opere sono cantierabili a breve: “In questi cinque anni abbiamo fatto progetti contro il dissesto idrogeologico, specie dopo l'alluvione del 2010. In 5 anni - ha ricordato Zaia - abbiamo realizzato 900 cantieri, grandi o piccoli che siano. Se qualcuno avesse dubbi ci richieda la lista e gliela diamo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl