you reporter

Luca Zaia critico sui tagli <br/> "Veneto virtuoso, ma penalizzato"

Legge di stabilità

47948

08/10/2015 - 16:45

VENEZIA - “Niente costi standard, né in sanità, né in altri settori, politica dei tagli trasversali confermatissima, anche se da questo Governo non c’era da aspettarsi altro. Per le regioni, e paradossalmente non si salvano nemmeno quelle virtuose come il Veneto, saranno lacrime e sangue. Il nostro giudizio è assolutamente negativo. Il Veneto è sulle barricate”.

Lo ha detto il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, oggi a Roma per partecipare alla conferenza dei presidenti delle regioni convocata per discutere della legge di stabilità.

“Si vuole tagliare il 36% della spesa regionale – ha aggiunto Zaia – senza preoccuparsi di tagliare gli sprechi veri applicando i costi standard dove davvero si buttano via i soldi, ma sui Ministeri ci si limita a un modesto 12-13%”.

“In questa fase – ha detto – non è proprio il caso di parlare di fondi o fondini perequativi di nessun genere. La verità è che rischiamo seriamente di dover dire ai cittadini che se si vogliono curare sarà meglio che si assicurino. Ma il Veneto non ci sta e non ci starà mai a rimettere le mani nelle tasche della gente. Siamo gli unici a non aver imposto l’addizionale regionale Irpef e non lo faremo mai”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl