you reporter

Promossi i livelli assistenziali <br/> Zaia: "Ma ci saranno ancora tagli"

Sanità veneta

50081

12/11/2015 - 16:00

VENEZIA - “Siamo orgogliosi ma anche attoniti. Orgogliosi perché la promozione totale sulla capacità della sanità veneta di erogare ai suoi cittadini i Livelli essenziali di assistenza equivale a una certificazione di qualità e capacità amministrative e professionali; attoniti perché questa virtuosità verrà ricompensata con nuovi tagli che ci colpiranno al pari delle Regioni bocciate sui Lea e con i conti in rosso”.

Lo dice il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, commentando la pubblicazione, avvenuta oggi sul sito internet del Ministero della Salute, dell’ultimo rapporto sull’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) sanitaria nelle Regioni italiane, che promuove il Veneto, assieme a poche altre Regioni, in tutti i 38 parametri monitorati.

“Tra le poche promosse – fa notare Zaia – il Veneto è peraltro l’unica ad aver raggiunto l’obiettivo di curare come si deve tutti i suoi malati senza imporre tassazione aggiuntiva di nessun genere: senza addizionale Irpef per la sanità e senza ticket regionali, stante che quelli che si pagano in Veneto sono solo quelli imposti a livello nazionale, contro i quali avevamo anche ricorso alla Consulta, purtroppo perdendo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl