you reporter

Candele e applausi <br/> Venezia ricorda Valeria

La manifestazione

valeria[1].JPG

Valeria Solesin

20/11/2015 - 14:06

Settemila candele in piazza San Marco per ricordare Valeria Solesin, la giovane studentessa veneziana uccisa venerdì scorso a Parigi dai terroristi dell’Isis, nell’assalto al teatro “Bataclan”. Una veglia silenziosa promossa da amici e famigliari e appoggiata dalle istituzioni della città con cui, oltre a Valeria, si sono commemorate tutte le vittime del massacro in Francia. Pochi minuti dopo il rintocco delle campane della torre dell’orologio, alle 19, il sindaco Luigi Brugnaro, con il presidente della Regione, Luca Zaia, il prefetto, Domenico Cuttaia e il questore, Angelo Sanna, ha attraversato la piazza per raggiungere la porta della basilica e accendere una candela. Il silenzio della sera è stato rotto solo da cinque lunghi applausi. A metà del selciato di San Marco altri due messaggi hanno richiarato la sera con la flebile luce delle candele: “Non abbiamo paura, #nous sommes unis” diceva il primo, “Pace” semrava gridare il secondo. Tutt'intorno migliaia di persone, giovani e meno giovani, con una candela in mano levata al cielo per ricordare Valeria.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl