you reporter

Chiesto il processo <br/>per i venetisti del tanko

54477

01/02/2016 - 23:03

La procura di Brescia ha chiesto il rinvio a giudizio per 48 secessionisti veneti, accusati di terrorismo nell’ambito dell’inchiesta che il 2 aprile del 2014 aveva portato in carcere 24 “Serenissimi”, tra cui la polesana Maria Luisa Violati, il suo compagno Marco Ferro, entrambi residenti ad Arquà Polesine, e la figlia di lei, Erika Pizzo, residente a Bosaro. Ora, la palla rimbalza sulla scrivania del Gup, che dovrà decidere se accogliere la richiesta del pm e far iniziare il processo a carico del gruppo, che è accusato di aver “promosso, costituito, organizzato e finanziato l’associazione L’Alleanza, per occupare piazza San Marco a Venezia a bordo di un tanko”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl