you reporter

Trenitalia cancella la prima classe sui regionali, la Regione: "Basta teatrini"

Trasporti

02/12/2016 - 16:52

"Come ammesso dagli stessi vertici della società che gestisce il trasporto ferroviario, anche la Regione Veneto è stata, purtroppo, vittima di un disservizio causato da Trenitalia. Quanto è accaduto a proposito della cancellazione della prima classe sui treni regionali non ha bisogno di ulteriori commenti: condivido pienamente le comprensibili proteste degli utenti per l'inaccettabile diffusione di notizie contraddittorie divulgate da Trenitalia in questi giorni. Un vero e proprio teatrino che non dovrà più ripetersi".



Parole come pietre quelle dell'assessore ai trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, che è intervenuta nei confronti di Trenitalia affinché chiarisse una volta per tutte la questione della cancellazione della prima classe dai treni regionali e che ha portato venerdì 2 dicembre alla diffusione di una nota da parte del direttore della divisione passeggeri del Veneto di Trenitalia, in risposta a una lettera di protesta di un abbonato rodigino, con la quale, tra l’altro, si conferma che il servizio sui treni regionali dal prossimo 11 dicembre sarà di sola seconda classe.



"La soppressione del servizio è stata studiata per offrire maggiori posti complessivi fruibili a bordo treno, ma sicuramente sarà valutabile ritornare sulla decisione presa nel caso in cui si rivelasse necessario - recitava la nota di Trenitalia - saremo attenti alle necessità che verranno rappresentate e certamente lo sarà anche la Regione, che, ripeto, non ha alcuna responsabilità nella confusione generata".



"Valuto l'onestà intellettuale di chi ammette le proprie responsabilità – conclude De Berti – ma soprattutto come Regione valuteremo nei prossimi mesi l’efficacia delle novità introdotte da Trenitalia, compresa quella della soppressione della prima classe, e verificheremo se realmente queste assicurano vantaggi a quanti usufruiscono del servizio ferroviario per recarsi a scuola e al lavoro. Una cosa è certa: Trenitalia deve cambiare registro, altrimenti non esiteremo a intervenire a tutela dei pendolari e utenti del Veneto".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl