you reporter

Classi con troppi bimbi stranieri, la Regione non ci sta

Veneto

69368

18/01/2017 - 12:37

Il problema delle classi multietniche approderà al tavolo di discussione della Conferenza permanente Regione e Autonomie locali. All’organo di consultazione e di raccordo tra Regione, Province e Comuni spetterà infatti il compito di trovare una soluzione efficace al problema dell’inserimento scolastico degli alunni stranieri.



A caldeggiare il confronto su questo tema è l’assessore regionale all’istruzione Elena Donazzan, allarmata dalle situazioni problematiche che affiorano negli istituti veneti in cui la percentuale di ragazzi stranieri presenti in aula supera la soglia del 40 per cento.



Una preoccupazione che l’assessore ha formalizzato in una lettera inviata al presidente di Giunta Gianluca Forcolin, a cui Donazzan ha chiesto l’inserimento della questione nell’ordine del giorno della prossima riunione della conferenza permanente.



L’intenzione dell’assessore è infatti quella di non lasciare sole le scuole, concordando linee-guida per la corretta gestione di un fenomeno che non è soltanto didattico, ma assume forti connotati sociali.



“L’integrazione di culture diverse all'interno della nostra comunità e società – afferma infatti Donazzan – passa necessariamente attraverso un modello efficace di inserimento scolastico”.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl