you reporter

Luca Zaia: E' fondamentale un’alta affluenza

L'intervista

97790

18/10/2017 - 10:30

In prima linea. Luca Zaia è pronto a quello che definisce un “appuntamento storico”. Quello con la proposta di autonomia della Regione Veneto. Un’idea attorno alla quale il governatore ha incardinato il suo secondo mandato a palazzo Balbi. E su cui si gioca - dal punto di vista politico - un vero e proprio all-in.



Anche per questo, Zaia è in prima linea: sta battendo il Veneto, palmo a palmo, per spiegare le ragioni del sì. Mercoledì pomeriggio, attorno alle 18, è prevista la sua presenza a Rovigo, con appuntamento al Caffè Borsa di piazza Garibaldi. Per chiedere, soprattutto, ai cittadini del Veneto una cosa, prima ancora dell’ok all’autonomia: di partecipare all’appuntamento referendario di domenica. Di riempire i seggi. Di esprimersi, di votare. Perché il primo obiettivo è quello di raggiungere un’affluenza alta. Massiccia.



Spero - confessa il presidente del Veneto - in un risultato plebiscitario del sì, ma anche l’affluenza dovrà essere senza precedenti. Questa determinerà, infatti, il peso politico con cui ci presenteremo a Roma, quello di un popolo che ha di fronte un’occasione storica”.



“Con l’autonomia - aggiunge -vogliamo ottenere le 23 competenze che ci spettano secondo il titolo quinto della Costituzione. Il nostro obiettivo è un livello di autonomia pari a quello di Trento e Bolzano che trattengono nel loro territorio i nove decimi delle tasse. Il residuo fiscale del Veneto, ovvero ciò che diamo a Roma ogni anno e non ci torna indietro, è pari a 15,4 miliardi nel 2015”.



L'intervista completa sulla Voce in edicola mercoledì 18 ottobre.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl