you reporter

Documenti falsi per i profughi: nei guai i capi di una coop

Richiedenti asilo

98714

Foto d'archivio: la polizia a Cona durante una protesta

17/12/2017 - 14:14

Il titolare e il gestore della cooperativa Edeco, ex Ecofficina, Simone Borile e Gaetano Battocchio, oltre ad una funzionaria nella prefettura di Padova, Tiziana Quintario, dovranno rispondere di falso, turbativa d'asta e tentata truffa aggravata.



Il tutto per un certificato falso, risalente al 2014, in cui si attestava che la cooperativa poteva vantare i due anni di esperienza nel settore dell'accoglienza dei migranti richiesti per partecipare al bando Sprar per il comune di Due Carrare.



La procura di Padova ha chiesto per i tre il rinvio a giudizio. Il gup si pronuncerà nel febbraio prossimo. La cooperativa Edeco gestisce centri di accoglienza per richiedenti asilo anche in Polesine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl