you reporter

Una fiaccolata per Chiara, la 14enne in bici travolta e uccisa in Romea

Una città in lutto

105507

Chiara Pavanello

19/12/2017 - 12:07

Si sono ritrovati in tantissimi, ben oltre 500 persone in gran parte giovani e giovanissimi, lunedì sera (18 dicembre) a Chioggia con una fiaccola in mano sul lungomare per salutare Chiara Pavanello, la ragazzina di 14 anni travolta in bici sulla Romea nella serata di sabato scorso.



La 14enne viaggiava sulla sua bici elettrica con un’amica (che è rimasta ferita). Probabilmente erano a fanali spenti, su una delle strade più pericolose d'Italia. Inutili tutti i tentativi di prestarle soccorso.






E la fiaccolata è nata in maniera spontanea, con un tam tam su Whatsapp lanciato dai tanti amici della ragazza e dai suoi compagni di classe, all’istituto industriale Cestari Righi di Borgo San Giovanni, dove Chiara frequentava la prima superiore, che l'hanno ricordata anche mettendo un mazzo di fiori sul suo banco.



Una tragedia, la morte di Chiara, che a Chioggia in molti definiscono "annunciata".



Chiara è stata travolta sulla Romea mentre si recava al Mc Donald’s con gli amici in sella a una bici elettrica.



Una strada "obbligata", l'unica per raggiungere quel luogo di ritrovo, visto che manca un collegamento diretto dalla zona urbana al centro commerciale.



La vera beffa però sta nel fatto che a suo tempo la Coop, l’attività principale del Centro commerciale, ha versato nelle casse del Comune di Chioggia 2 milioni e 700 mila euro per il collegamento attraverso un sovrappasso che bypassi la Romea. Opera che non è mai stata realizzata, con i soldi fermi e inutilizzati nel Bilancio del Comune.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl