you reporter

Il dramma

Manuel, la promessa del nuoto veneto, è in fin vita. Gli hanno sparato sbagliando persona

E' gravissimo Manuel Mateo Bortuzzo, giovane speranza del nuoto veneto, raggiunto da un colpo di pistola a Roma. Per la polizia si è trattato di uno scambio di identità.

Manuel, la promessa del nuoto veneto, è in fin vita. Gli hanno sparato sbagliando persona

Manuel Mateo Bortuzzo

04/02/2019 - 11:46

Uno scambio di identità, i colpi di pistola, quel ragazzo di 19 anni che crolla a terra e poi i soccorsi lentissimi, che sembrano non arrivare mai.

E' il dramma di Manuel Mateo Bortuzzo, 19 anni, un ragazzo veneto (vive con la famiglia nella bassa trevigiana, a Quinto di Treviso) che sì era trasferito a Roma da pochi mesi per seguire la sua passione: il nuoto.

E' in coma indotto in ospedale, dopo essere stato operato d'urgenza. Le sue condizioni sono gravissime.

Un colpo di pistola nella notte l'ha colpito in pieno fuori da un locale, in piazza Eschilo, nel quartiere Axa.

A sparare un ragazzo a bordo di uno scooter. Con ogni probabilità - dicono gli inquirenti - per uno scambio di persona. La sparatoria è arrivata infatti dopo una rissa a cui lui era completamente estraneo.

Manuel Mateo Bortuzzo ha gareggiato per il Team Veneto prima di trasferirsi a Roma (insieme all'amico e conterraneo Mattia Zuin) per allenarsi al Centro federale di Ostia insieme al campionissimo Greg Paltrinieri.

In un drammatico video delle telecamere di sorveglianza nella piazza si vedono dei fari in lontananza e poi il ragazzo, accanto ad un'amica, che si accascia a terra. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl