you reporter

LA STORIA

I pompieri salvano l’asina incinta

Ore di lavoro sul Gorzone, per liberare l’animale, finito in acqua. Illeso pure il nascituro

I pompieri salvano l’asina incinta

Ore di lavoro, da parte dei vigili del fuoco, nella mattinata, in via Canaletta, ad Anguillara Veneta, sotto l’argine del fiume Gorzone. Qui, infatti, un’asina, tra l’altro incinta di un cucciolo, era finita in acqua, restando intrappolata nel fango e non riuscendo più a risalire l’argine. Una situazione molto rischiosa, per l’animale, che, impantanato e agitato, muovendosi in maniera frenetica e scomposta minacciava di finire sempre più verso il centro del corso d’acqua.

Per fortuna, i pastori, che in quel momento si trovavano in zona col gregge, si sono accorti della mancanza dell’asina e sono riusciti in fretta a individuare dove si trovava. Da soli, però, non sarebbero mai riusciti a trarla d’impaccio. Hanno fatto la scelta giusta, allertando i pompieri.

Questi sono intervenuti in forze, con due squadre, dotate anche del canotto, qualora ci fosse stata necessità di lavorare dal centro del fiume, e dell’autogru, nel caso si fosse reso inevitabile sollevare l’animale col braccio meccanico. Per fortuna, non è stato necessario.

Con la propria esperienza, maturata nel corso di svariati interventi di salvataggio di animali, infatti, i pompieri sono riusciti in primo luogo a calmare l’asina, quindi a imbragarla e a tirarla, con delicatezza, a riva. Non è stato un lavoro semplice, dal momento che sono occorse circa due ore, ma alla fine ci sono riusciti.

Dopo pochi minuti, l’animale brucava già con i propri simili, lasciati alle spalle i momenti di paura. Nessuna conseguenza per lei e neppure per il nascituro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl