you reporter

Integrazione fallita

Pugni e bastonate ai bambini durante le lezioni di Corano

Espulso imam di un centro islamico padovano. Inoltre pubblicava foto di Hitler e istigava i piccoli allievi ad odiare gli ebrei

Prendeva a pugni e bastonate i bambini durante le lezioni di Corano

Il blitz della Polizia nel centro islamico

Questa volta è successo a Padova, e non è la prima volta che succede. Di certo si tratta di un episodio destinato a riaccendere quelle polemiche sull'integrazione che non si sono mai fermate.

Uno dei due imam della moschea di via Jacopo da Montagnana, nella città del Santo, sarà espulso dall'Italia e dovrà fare ritorno in Bangladeh, suo Paese di origine in quanto "socialmente pericoloso". L'imam, 23 anni, è stato ritenuto responsabile di diversi episodi di maltrattamento ai danni di alcuni bambini, ma è accusato anche di avere pubblicato foto di Hitler sui suoi profili social in chiave antisemita.

Il provvedimento è stato emesso al termine delle indagini condotte dalla digos di Padova, che lo scorso 1 ottobre aveva arrestato Hossain Shahadat. Dai successivi accertamenti è risultato che sarebbero stati addirittura due i maestri che all'interno del Bangladesh Cultural Center di via Jacopo da Montagnana usavano violenza psicologica e fisica nei confronti di una ventina di bambini tra i cinque e i dieci anni durante le lezioni di religione islamica.  Le lezioni coraniche si svolgevano in un clima di assoluto terrore, tra botte e percosse anche con l'utilizzo di un bastone. 

L'operazione "Bad school" ha visto dunque gli agenti accompagnare l'imam al centro di permanenza di Ponte Galeria a Roma, da cui sarà rimpatriato in Bangladesh.

 
 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl