you reporter

Il caso

Crisi, l’ombra del Dragone

L’assessore regionale Elena Donazzan: “Serve liquidità per le imprese, o molte attività finiranno nelle mani dei cinesi”

Crisi, l’ombra del Dragone

C’è l’ombra di una clamorosa beffa dietro la necessità di fare presto a rimettere in piedi il nostro tessuto produttivo, quello fatto di piccoli esercizi commerciali e di aziende artigiane.

Due settori che vanno sostenuti prima che sia troppo tardi, come racconta in un'intervista a La Voce, l’assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan commentando le tante iniziative di protesta che attraversano il Nordest per chiedere di tornare subito al lavoro.

“Non posso che essere dalla loro parte. Fino ad ora, tra l’altro, non si è ancora parlato di aiuti veri, ma solo di indebitamento. Non esistono certezze sulle tempistiche di riapertura e non ci sono prescrizioni certe sulla sicurezza. Come sempre i commercianti finiranno per pagare il conto più salato assieme al mondo del turismo... Non c’è al momento nessuna idea su come aiutare i bar e i ristoranti che sono ancora chiusi. E il rischio è che i proprietari non siano più in grado di mantenerli e finiscano per venderli, magari ai cinesi. Si tratterebbe di una beffa due volte più grande del danno. Il virus è partito dalla Cina e noi siamo costretti a regalarle i nostri gioielli...”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl