you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

"Per ora restiamo gialli"

L'annuncio in diretta del presidente della Regione del Veneto Luca Zaia

"Nessun legame con la profumeria di Adria, abbiamo sbagliato e ci scusiamo"

Il Veneto dovrebbe restare in zona gialla. Lo ha spiegato il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia, nel consueto appuntamento di aggiornamento in diretta. "In questo senso portano i dati e gli indicatori", ha spiegato il governatore. Pure in un contesto nel quale, a livello nazionale, si vede con chiarezza la ripresa del contagio. Le 10 regioni con Rt superiore a 1, infatti, sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Molise, province autonome di Bolzano e Trento, Toscana e Umbria.

Situazione diversa, invece, per fortuna, in Veneto, dove la situazione appare stabile e, come detto, appunto assolutamente da "Zona gialla". Il bollettino letto in diretta dal governatore, infatti, parla di  657 nuovi positivi e 32 decessi nelle ultime 24 ore e di una incidenza (ossia la percentuale di persone risultate positive sul totale di tamponi eseguiti) del 2,4%. Il totale dei ricoverati positivi è di 1.374 persone, 1.241 nella aree non critiche, 133 in Terapia intensiva.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl