you reporter

Virus

A giorni cambiano i parametri e il Veneto "eviterà" la zona arancione

Pressing delle Regioni, il Cts sta elaborando nuovi calcoli per stabilire i colori

I bar riapriranno a maggio, le scuole a settembre: e torneremo allo stadio a marzo

11/05/2021 - 12:17

Lo ha annunciato questa mattina il presidente dell'Emilia Romagna: regioni in pressing sul governo per cambiare i parametri che segnano il passaggio da una zona colorata all'altra (con relativi divieti).

In particolare, sarà dato un peso minore all'Rt (che ad esempio in Veneto, ma non solo, è costantemente sulla soglia d'allarme) e più attenzione alla pressione ospedaliera.

A questa soluzione stanno lavorando il Cts e i tecnici delle Regioni. L’idea è quella di far pesare meno l’indice di trasmissibilità (Rt), dando invece maggior peso agli indici di pressione ospedaliera, in particolare sulle terapie intensive, e al tasso di vaccinazione.

Questa modifica potrebbe essere recepita dal governo già a partire da questa settimana, visto che diverse regioni - Veneto in testa - oscillano tra zona gialla e arancione proprio a causa dell’indice Rt, pur avendo una situazione ospedaliera sostenibile e numeri della campagna vaccinale in netto miglioramento. 

Senza questa modifica - secondo le agenzie di stampa nazionali - la prossima settimana rischierebbero di passare in arancione il Veneto, la Lombardia, l'Emilia Romagna e le province di Trento e Bolzano. E' però probabile - come detto - che non succeda. 

Nei prossimi giorni è prevista una prima riunione della cabina di regia del governo a cui farà seguito il confronto con le regioni. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl