you reporter

Pellegrinaggio in Polonia <br/> tra le chiese della Malopolska

Viaggi

polonia[1].JPG

18/12/2015 - 13:18

Nell’anno del Giubileo, un pellegrinaggio in Polonia, nella Regione Malopolska, non deve necessariamente limitarsi solo a Cracovia. Le numerose chiese del centro storico della vecchia capitale polacca, come anche il Santuario della Divina Misericordia a Lagiewniki, sono certamente dei punti d’obbligo, ma la Regione Malopolska è una perla naturalistica e culturale che permette di unire l’aspetto turistico e spirituale del viaggio nel sud della Polonia.
Il panorama della Regione Malopolska è caratterizzato da una numerosa presenza di architettura in legno che, nel complesso, forma l’Itineriario dell’Architettura in legno (Szlak Architektury Drewnianej) che conta ben 253 edifici ed è lungo oltre 1500 chilometri. Percorrendo questo itinerario si avrà la possibilità di ammirare quello che senza dubbio è uno degli esempi più importanti del patrimonio materiale della cultura popolare in Polonia, ma non solo: fra le 125 chiese cattoliche e le 49 chiese ortodosse, tutte da consigliare, 8 sono state dichiarate anche patrimonio dell’umanità Unesco. Gli edifici in questione sono indissolubilmente legati al paesaggio della regione.
Le alture dei Carpazi e le zone boschive ricoperte di pini, abeti, querce, faggi e larici fornivano infatti un eccellente materiale da costruzione per le residenze signorili, le case, le capanne e, in particolare, gli edifici di culto. Tradizionalmente, le chiese erano costruite con le travi intrecciate (in alcuni casi senza l’uso dei chiodi) e la loro forma architettonica è composta dal vestibolo, da un’ampia navata con uno stretto presbiterio orientato verso est e da una torre a ovest; solitamente sono ricoperte da un tetto in tegole in legno. Sulla lista del patrimonio dell’umanità Unesco troviamo quattro chiese cattoliche San. Michele Arcangelo a Binarowa, San. Michele Arcangelo a Debno Podhalanskie, San. Leonardo a Lipnica Murowana e San. Filippo e Giacobbe a Sekowa. Per le chiese ortodosse sono state iscritte alla lista Unesco: S. Giacobbe a Powroznik, la chiesa della Protezione della Madre di Dio a Owczary, la chiesa di S. Parascheva a Kwiaton e quella di S. Michele Arcangelo a Brunary Wyzne.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl