you reporter

Neve, una magia in notturna

Valle Isarco

103489
Dal mercato contadino in alta quota, fino alla degustazione guidata delle tisane, senza tralasciare lo yoga ed il welness sulla neve o la parentesi mistica regalata dalla visita all’Abbazia di Novacella. Parte alla grande la stagione invernale nelle stazioni sciistiche, Plose-Bressanone, Ladurns, Racines-Giovo, Vipiteno-Monte Cavallo in Alta Valle Isarco, Gitschberg-Jochtal (Maranza-Valles). Ben 151 chilometri di piste attendono gli amanti degli sport invernali.
Naturalmente si rinnova l’appuntamento con gli originali mercatini: di Piazza Duomo a Bressanone e nella piazza centrale di Vipiteno, senza dimenticare il Natale medievale di Chiusa. E anche quest’anno, a Bressanone, ‘Città alpina dell’anno 2018’ per l’ impegno nell'attuazione della Convenzione delle Alpi, fino al 7 gennaio, torna la terza edizione de “Il sogno di Soliman” (leggendario viaggio dell’elefante dall’India alla corte degli Asburgo) opera della compagnia di artisti francesi Spectaculaires – Allumeurs d’Images, che già si sono cimentati nei grandi show alla cattedrale Notre Dame di Parigi.
Mentre nella storica Abbazia di Novacella, a un chilometro da Bressanone, già vengono intonati i canti natalizi. La visita al complesso monastico è una sorpresa continua in quanto equivale ad una passeggiata attraverso le più importanti epoche della storia dell’arte: Romanico, Gotico, Barocco e Rococò, che possono essere ammirati nel loro armonioso accostamento. Soste da non perdere il chiostro e la splendida chiesa. Fin dalla fondazione l’Abbazia offrì ospitalità ai pellegrini della Germania e del Nord Europa diretti a Roma o verso la Terra Santa.
Grazie alla scuola conventuale e al profondo interesse per la scienza e l’arte, l’Abbazia di Novacella divenne in breve tempo un centro spirituale e culturale noto in tutta Europa. Ne sono testimoni ancora la ricca biblioteca, con manoscritti unici, e le svariate attività di formazione del Convitto e del centro convegni.
L’Abbazia è considerata uno dei conventi più maestosi e meglio conservati del Tirolo. Un’altra perla da scoprire è il giardino storico recentemente restaurato. I boschi, i vigneti, i masi e la cantina dei vini rendono ancora oggi l’Abbazia di Novacella economicamente indipendente; da sempre attenta alla salvaguardia dell’ambiente e proiettata verso il futuro. Tutti i prodotti, tra cui gli ottimi vini, grappe, tisane, succo di mela e creme, possono essere degustati e acquistati nella cantina o nell’enoteca dell’Abbazia. Per chi pratica sport invernali la novità è la nuova pista da slittino dalla Gitschhütte fino alla stazione intermedia della cabinovia Nesselbahn e Plose, entrambe nel circuito Dolomiti Superski.
La stagione invernale in Valle Isarco si caratterizza poi per un’altra serie di iniziative innovative, all’insegna dell’esperienza attiva sulla neve in notturna. Diverse baite tengono la stube aperte,anche alla sera, per ospitare escursionisti che arrivano con le racchette da neve, con gli sci da alpinismo o con gli slittini. Il rientro in valle, a notte fonda avviene, lungo le piste in parte illuminate da fari o alla luce delle fiaccole o dalla luna piena. Ecco quindi apertura serale della cabinovia per slittini ogni martedì e venerdì a Monte Cavallo; la Friday Night Fever, ogni venerdi dal 6 gennaio al 10 marzo alla Plose; e addirittura un programma settimanale in notturna ripetuto ogni settimana nell’area Gitschberg-Jochtal con escursione con le fiaccole a Valles e Naz Sciaves e fiaccolata alla baita Grossberghütte. Sciare è anche un’esperienza che permette di approfondire gli aspetti più autentici del territorio. Sulle piste di Ladurns, presso il rifugio Edelweiss, un esperto di erbe officinali terrà lezioni sulle erbe di montagna e sui loro benefici effetti, prima della degustazione di tisane alpine. A Monte Cavallo, l’area sciistica sopra Vipiteno, lezioni sullo yogurt ottenuto da latte fresco di montagna dalla latteria di Vipiteno, leader in Italia. Dopo la fatica sugli sci ecco il relax con la sauna e yoga sulle piste di Monte Cavallo con l’esperto Harald Markart presso la terrazza soleggiata degli chalet della baita Sternhütte. Qui verrano proposte delle unità di Qi-Yoga seguite da una “gettata di vapore”.
Info: info@valleisarco.com.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl