you reporter

Rosolina

Zara avvelenata, il padrone accusa

Il ragazzo racconta: “Veterinario del servizio 118 irreperibile. Corsa disperata a Rovigo”

Zara avvelenata, il padrone accusa

“Sono tornato a casa a mezzanotte e ho trovato a casa la mia compagna Marika con la mia cagnetta Zara che aveva le convulsioni e la prima azione che mi è venuta spontanea è stata quella di chiamare il 118 per avere l’assistenza veterinaria”.

Così Edoardo Biondi, un ragazzo di Rosolina, racconta la sua esperienza drammatica, con la sua amica a quattro zampe Zara, che era sul punto di morte per avvelenamento.

La cagnolina in questo momento si trova in coma farmacologico alla clinica Baroni di San Sisto (Rovigo) per capire come si evolverà la situazione.

“Era chiaro che era stata avvelenata, aveva delle vere e proprie convulsioni. Appena ho chiamato il 118 mi è stato detto di aspettare in linea, che un veterinario reperibile mi avrebbe risposto al più presto”. E continua: “Dopo due minuti e quaranta secondi di nessuna risposta il panico aumentava, così ho deciso di andare insieme alla mia compagna e a Zara dalla mia veterinaria di fiducia, che abita a Rosolina, la dottoressa Serena Tommasi. Con enorme gentilezza ci ha accolti in piena notte e ci ha portato al suo ambulatorio per fare una purga a Zara”.

Il ragazzo però è amareggiato e sottolinea: “Ciò che più mi stupisce è che all’una e quaranta mi chiama nuovamente il 118 dicendomi che i due telefoni cellulari del veterinario che doveva essere reperibile quella notte erano spenti”. “Spenti? Ma come? Che tipo di servizio è questo? Questa gente la paghiamo noi. Si può immaginare quanto grande fosse la mia rabbia. Denuncerò l’Ulss per questo disservizio, Zara è in queste condizioni anche per colpa di un veterinario che non c’era e che poteva far guadagnare del tempo utile”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl