you reporter

Ballottaggio

Omar-Lamberto alla sfida finale

Barbierato incalza con gli spot ma la Paesante lo punzecchia: “Cavallari non è virtuale”

Omar-Lamberto alla sfida finale

Sette giorni al traguardo, sette giorni di fuoco, sette giorni per strappare anche l’ultimo voto che può valere la fascia tricolore di palazzo Tassoni. Si annuncia una settimana caldissima, e il meteo non c’entra affatto, tra Omar Barbierato e Lamberto Cavallari in vista del ballottaggio di domenica prossima: uno solo vincerà, anche per un solo voto, perché uno solo potrà fare il sindaco.

Una tappa importante, magari decisiva, di questa volata finale sarà mercoledì prossimo alle 18.30 in piazza Cavour con il “Faccia a faccia all’ora dello spritz” tra i due sfidanti organizzato dal nostro giornale. A fare le domande ai due candidati e a moderare il dibattito sarà presente Pier Francesco Bellini direttore de La Voce di Rovigo e della testata on-line Polesine24.it.

L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza e piazza Cavour, da una decina di giorni chiusa al traffico, sta diventando sempre più il salotto della città e in questa occasione si trasformerà una vera e propria agorà delle passioni politiche adriesi.

Intanto oggi a mezzogiorno scade il termine ultimo per le dichiarazioni di collegamento, meglio noto come apparentamento: salvo sorprese dell’ultimo minuto i due candidati sindaci non sono intenzionati a imbarcare altre forze politiche, quindi si andrà al ballottaggio che con le stesse squadre del primo turno.

Nel tardo pomeriggio di ieri è rientrato in città Lamberto Cavallari dopo la forzata trasferta a Milano per un intervento chirurgico al polso fratturatosi a seguito di una scivolata in ufficio. Nel capoluogo lombardo si è fatto operare da Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario del Galeazzi, presidente nazionale Anpass di cui Lamberto è il vice e con il quale è nata una stretta amicizia maturata sui campi di battaglia, ovvero nelle diverse emergenze delle calamità naturali nelle quali Anpass è intervenuta.

L’ultima, ma solo in ordine di tempo, il terremoto che due anni fa ha devastato ampi territori del centro Italia. Vicenda ricordata ieri mattina da Roberta Paesante in un comizio in largo Mazzini, facendo le veci del candidato sindaco, sottolineando che “Lamberto è stato impegnato per lungo tempo ad Amatrice e dintorni con grandi ruoli di responsabilità”. Ed ha aggiunto con un pizzico di sarcasmo all'indirizzo dell’avversario: “Lamberto non ha tempo per girare spot da lanciare sui social, non vive in un mondo virtuale, ma in quello reale dove si affrontano i problemi concreti con pragmatico, serietà e dialogo e questo sarà lo stile della sua amministrazione”.

Strategia completamente opposta quella di Barbierato che ogni giorno appare su Facebook con nuovi filmati. E sull’onda dello straordinario risultato di domenica che ha ulteriormente caricato la sua coalizione, il leader civico si sente già sindaco al punto di arrivare a dire che “dal 25 giugno inizieremo a lavorare affinché decoro pubblico, sfalcio del verde, manutenzione e sicurezza siano assicurate da regolamenti mai fatti e provvedimenti mai adottati dalle amministrazioni precedenti: Adria deve tornare ad essere una città bella, pulita, accogliente”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl