you reporter

Cavarzere

Fusione, solo ieri nell’ordine del giorno

Rimostranze dell’opposizione in conferenza capigruppo: convocazione a pochi giorni dalla scadenza

Fusione, solo ieri nell’ordine del giorno

Si terrà questa sera a palazzo Barbiani il consiglio comunale convocato su richiesta della minoranza consigliare di Cavarzere per discutere l’ordine del giorno di Lega Nord e Forza Italia riguardante la fusione del comune di Cavarzere con quello di Cona. Ma venerdì scorso, durante la conferenza dei capigruppo, anche la maggioranza ha deciso di inserire un analogo ordine del giorno che verrà messo ai voti stasera. Sempre relativo alla fusione tra Cavarzere e Cona, ma con premesse diverse.

Una mossa che la minoranza si attendeva, in quella che è diventata pian piano una battaglia per la paternità di questo istituto, la fusione, il cui progetto di legge dovrebbe però essere approvato entro fine mese e mandato in regione. E’ questo uno dei nodi sui quali la minoranza ha battuto, ovvero la mancanza dei tempi tecnici dalla data del consiglio comunale “urgente” - convocato due settimane dopo la richiesta - a quella della redazione del progetto e la nuova approvazione in consiglio comunale, prima di finire a Venezia.

Peraltro, la conferenza dei capigruppo consigliari, convocata per venerdì scorso alle 17.30, aveva appunto “regalato” questo nuovo ordine del giorno sulla fusione voluto dalla maggioranza. Non tutta, per la verità, visto che né Elisa Fabian, né Francesco Viola lo avevano sottoscritto. E comunque piuttosto improvvisato, visto che è stato protocollato solo ieri, ovvero dopo il suo inserimento come punto all’ordine del giorno del consiglio.

Sono state molte le rimostranze che la minoranza ha espresso alla presidente del consiglio, Sabrina Perazzolo, durante la conferenza dei capigruppo per il fatto che il consiglio fosse stato convocato a un paio di giorni dalla scadenza. E altrettanto critico, se non sconfortato, il sindaco di Cona, Alberto Panfilio, che ha lamentato non solo la mancanza di qualunque confronto con il collega cavarzerano Henri Tommasi, ma pure il ritardo quasi irrimediabile col quale si arriva a discuterne in consiglio.

Non si attende altro che il risultato del consiglio di stasera e di capire se e come l’amministrazione comunale vorrà poi procedere per percorrere questa strada, che sembra un vicolo cieco già in partenza.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl