you reporter

Sanità

Punti nascite, missione a Roma

Incontro al ministero per Adria e Trecenta

84648

L'ingresso all'ospedale di Adria

Quasi sicuramente non sarà un incontro risolutivo, tuttavia aiuterà a chiarire molte cose sul futuro del punto nascite dell’ospedale Santa Maria Regina degli Angeli e degli altri tre ospedali veneti, ossia Trecenta, Piove di Sacco e Valdagno.

I quattro incontrano questa mattina alle 10, al ministero della salute, il sottosegretario Maurizio Fugatti per capire se e quali strategie mettere in atto per aggirare il decreto ministeriale Lorenzin che taglia i punti nascita sotto i 500 parti annui.
Il primo obiettivo degli amministratori veneti sarà quello di chiedere che il ministero accetti la deroga chiesta dalla Regione e respinta dal ministero lo scorso 2 luglio.

La delegazione per la missione romana è formata da Omar Barbierato, sindaco di Adria, Matteo Tegazzini di Trecenta, vice del sindaco Laruccia in quanto quest’ultimo è fuori provincia, quindi Davide Gianella di Piove di Sacco e Giancarlo Acerbi di Valdagno. A dar man forte anche Franco Vitale, sindaco di Rosolina che partecipa nella veste di presidente del distretto 2 dell’Ulss 5, quindi dell’area del Delta. La delegazione adriese sarà formata anche dall’assessore Marco Tosato, i consiglieri Enrico Bonato e Michele Casellato oltre al presidente del comitato cittadino Enrico Naccari. Questi tuttavia partecipano a proprie spese. Non si registrano altri rappresentanti istituzionali come era stato auspicato alla vigilia e questo già denota un preoccupante isolamento delle quattro amministrazioni, disperatamente impegnate a salvare un servizio socio sanitario così importante.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl