you reporter

Badia Polesine

Pensieri e musica, Maldestro incanta tutti

Dietro le quinte dei suoi testi, l’ombra di Scampia e l’infanzia da figlio del boss

Pensieri e musica, Maldestro incanta tutti

Domenica sera la rassegna Tra ville e giardini ha regalato al suo pubblico una magnifica serata cantautorale, con il giovane partenopeo Maldestro (all’anagrafe Antonio Prestieri) che ha inanellato uno dopo l’altro, i suoi pensieri trasformati in musica e parole, facendo risuonare ed applaudire il sontuoso teatro Balzan di Badia.

Storie di rabbia, di riscatto morale, di sogni mancati, di amore lasciato, storie di uomini che perdono il lavoro, di risposte assenti e di istituzioni carenti, ma anche tanta voglia di vita, di sentimenti veri, di ottimismo. Un personalità controcorrente anche provocatoria, con un vissuto pesante e tante cose da gridare.

Dietro le quinte dei suoi testi, poetici, profondi, raffinati ed enigmatici, c’è l’ombra di Scampia, dove l’artista è nato, figlio di un ex boss di camorra: più che un quartiere napoletano, un vero “brand” cinematografico e letterario, difficile da togliersi di dosso, come ha raccontato Maldestro dal palco.

Ma a Scampia, ha detto Maldestro, “non si piange solo per il sangue sparso dalla camorra, si piange anche per amore, perché un figlio si è laureato, perché un 30enne ha trovato un impiego in banca...”. Insomma c’è anche la normalità ed è quella che ispira l’artista.

Il cantautore guarda la realtà e canta con una rabbia calmierata dall’umorismo e da un’incrollabile speranza che arriverà per tutti un momento di pace e di serenità.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Ci sono 4 nuovi contagiati
CORONAVIRUS IN VENETO

Ci sono 4 nuovi contagiati

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl