you reporter

Delta

Depurazione, inizia la nuova era

Saranno realizzati nuove condotte fognarie per una lunghezza complessiva di due chilometri

Depurazione, inizia la nuova era

Sono partiti nei giorni scorsi i lavori di dismissione dei tre impianti di depurazione minori nella provincia di Rovigo, e in particolare nel Basso Polesine: quello di Valliera, ad Adria, e quelli della località Borghetto e dell’area Pip di Corbola.

Si tratta di opere previste nel piano degli investimenti del consiglio di bacino e ora in corso di attuazione da parte di Acquevenete, l’azienda pubblica che gestisce il ciclo idrico integrato in tutta la provincia di Rovigo. L’intervento prevede la dismissione degli impianti di depurazione esistenti, con la realizzazione di nuovi impianti di sollevamento e di nuove condotte fognarie per una lunghezza complessiva di circa due chilometri.

Queste tubazioni avranno il compito di recapitare nella fognatura comunale i reflui che andranno poi a scaricarsi ai depuratori dei due capoluoghi. Intervenire per dismettere gli impianti di depurazione minori (vasche imhoff) e provvedere invece a collettare i reflui agli impianti principali e più efficienti è particolarmente importante dal punto di vista della tutela ambientale, perché permette migliori performance e quindi consente di restituire un’acqua più pulita all’ambiente.

Il costo complessivo dell’opera ammonta a 325mila euro. Il cantiere avrà una durata di 120 giorni: durante questo periodo saranno possibili modifiche alla viabilità, che saranno puntualmente segnalate sul posto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl