you reporter

Assemblea

Contratto di foce, avanti così!

Maura Veronese: “Diventare leader di questa area farà crescere tutto il Polesine”

Contratto di foce, avanti così!

Contratto di foce, l’assemblea plenaria mette il primo mattone per la costruzione di un futuro di sviluppo per i comuni del Delta del Po.

Nel pomeriggio di martedì, nel palazzetto dello sport di Porto Viro, si sono riuniti i sindaci dei comuni di Rosolina, Porto Tolle, Porto Viro, Taglio di Po, Ariano nel Polesine, Corbola e Loreo che fanno parte del Contratto di foce. Erano presenti anche la consigliere regionale Patrizia Bartelle, l’assessore regionale Cristiano Corazzari ed il presidente della provincia di Rovigo Marco Trombini.

“Sono contenta che siamo tutti, io e i miei colleghi, per discutere del Contratto di foce e spiegare questa strategia ai cittadini - ha aperto il dibattito il sindaco di Porto Viro, Maura Veronese - la nostra è una zona che il ministero ha voluto inserire in modo sperimentale, per poterne aumentare il prestigio. E avere un’area che possa essere leader a livello territoriale, non potrà che essere importante per tutto il Polesine”.

Il sindaco Veronese ha continuato sottolineando come il confronto abbia portato alla creazione delle varie strategie per le aree interne, che toccano vari temi relativi al territorio, a partire dal tema dell’acqua. Successivamente è intervenuto Franco Vitale, primo cittadino di Rosolina, il quale ha ribadito come il lavoro sia stato svolto “condividendo un percorso importante per le nuove generazioni, parlando anche di scuola, trasporti e sanità, trovando una mediazione dopo alcuni passi indietro e altri avanti”. “Dobbiamo fare di tutto perché i nostri giovani rimangano qui e non facciano le valigie per andare da un’altra parte, proprio per riuscire a valorizzare il nostro territorio” le parole di Vitale.

Il sindaco di Porto Tolle, Roberto Pizzoli, ha quindi spostato l’attenzione sulla pesca. “E’ l’argomento che più mi tocca - ha spiegato -abbiamo sottolineato quanto siano importanti la marineria di Pila e Scardovari e altrettanto la Romea in ottica commerciale”. Poi un passaggio sulla scuola. “L’istituto Colombo, proprio per i giovani ha iniziato un corso di formazione per i futuri pescatori, unico nel suo genere” ha chiuso Pizzoli, precisando come l’investimento su questo settore sia a 360 gradi.

L’intervento successivo è stato quello del sindaco di Ariano nel Polesine, Carmen Mauri: “Abbiamo compiuto dei grandi passi, ma è stato anche un percorso difficile a causa del campanilismo, ma è il nostro dovere di sindaci togliere tutte queste criticità”. “Io mi sono concentrata molto sulla scuola - ha chiuso Mauri - con vari progetti di crescita che sono stati fatti nelle varie scuole del territorio, facendo capire ai bambini quanto importante e prezioso da preservare sia”.

Moreno Gasparini, sindaco di Loreo, ha raccontato quindi di avere avuto momenti di difficoltà, ma ha sottolineato l’importanza di “fare delle convenzioni assieme, per fare squadra ed andare avanti nel migliore dei modi”.

Michele Domeneghetti, primo cittadino di Corbola, ha puntato sul turismo: “Ci siamo concentrati a livello turistico, riuscendo ad abbinare tutto questo a salute e scuola, per creare allacci di non poco conto. In più verranno fatti degli interventi che andranno a unire la zona balneare con l’entroterra polesano”.

A chiudere Francesco Siviero, sindaco di Taglio di Po: “Il Contratto di foce è essenziale per dare forza a tutti noi, le tante idee che sono nate dal basso hanno generato un vero e proprio processo di crescita”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl