you reporter

Ex questura

Il vicolo dell’abbandono

La vecchia sede della polizia attende un progetto. E intanto resta inutilizzata

Il vicolo dell’abbandono

26/10/2018 - 18:22

Il viaggio fra gli edifici pubblici dismessi, in stato di abbandono, o in attesa d riqualificazione continua nel centro di Rovigo. Proprio nel cuore storico della città, a pochi metri dal Duomo, e dall’area delle due torri, fulcro originale della città di Rovigo, c’è vicolo Donatoni. Una stradina a fondo chiuso che può essere benissimo definita la via dell’abbandono. Nello spazio di pochi metri, infatti, si susseguono l’edificio dell’ex liceo classico Celio, che dallo scorso settembre ha trovato nuova casa in via De Gasperi. Un edificio grande ed ora vuoto e senza alcuna destinazione.

Quindi l’area della ex caserma dei vigili del fuoco, abbandonata da anni, immersa in un degrado che avanza e senza che le varie idee di recupero abbiano mai trovato sostanza. E proprio di fronte a quest’area sorge il grande stabile della vecchia questura, la casa della polizia di Stato che da poco più di un anno si è trasferita nella nuova questura i viale Tre martiri.

E così tutta l’area che chiude via Donatoni si ritrova vuota, ferma e almeno per ora senza anima. L’ipotesi, giù più volte emersa, è quella di un trasferimento della sede della Guardia di finanza, ma fino ad ora non si sono visti progetti o vere e proprie azioni di trasferimento. L’edificio, che confina con l’ex Celio, comprende diversi corpi immobiliari, che si sviluppano su diversi piani, ed aree esterne, tra cui l’ex parcheggio utilizzato per le auto della polizia. Parcheggio con aperture sia su via Donatoni che su via Sacro cuore.

Il complesso immobiliare, però, avrebbe bisogno di diversi interventi di restauro, una cura che prima era assicurata proprio dalla presenza della polizia, ma che ora sembra un po’ al palo. Il fatto poi che vicolo Donatoni sia a fondo cieco e senza abitazioni rende la zona ancora più lasciata a se stessa, una stradina, inoltre, costeggiata da muri alti e che evidenziano necessità di interventi e ritocchi più o meno consistenti. Immaginare una riqualificazione in tempi brevi per ora è velleitario. Come pure non immediato sembra il recupero delle altre aree che circondano il vicolo. Eppure le possibilità di riutilizzo non mancano, forse a latitare sono soldi, idee e veri progetti. Situazione comunale ad altre aree pubbliche e abbandonate d Rovigo e provincia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl