you reporter

In piazza Merlin

Il chiosco e la notifica scomparsa

Il titolare. "Non h ricevuto comunicazioni sulla rimozione. Nessuno sa prendere decisioni".

Il chiosco e la notifica scomparsa

19/11/2018 - 19:39

“A me non è stato notificato nulla. L’assessore Saccardin aveva annunciato l’avvio del procedimento di rimozione del chiosco? sarà il solito annuncio di questa amministrazione, cui non seguono i fatti”. Daniele Zago, titolare del chiosco di piazza Merlin, senza scadenza ormai da 155 giorni, ieri è tornato nel municipio di Rovigo. “Ho parlato col presidente del consiglio Paolo Avezzù, uno degli amministratori che si è caratterizzato, in questi anni, per il contrasto al chiosco. Ho chiesto se ci sono soluzioni in vista, ma non mi sono state date risposte. Di sicuro a me non è stato notificato nulla”.

Quello della notifica, quindi, resta un mistero, l’assessore a lavori pubblici Gianni Saccardin, aveva annunciato il via al procedimento di rimozione il 26 ottobre scorso, avrebbe dovuto essere notificato al titolare del chiosco nel giro di uno o due giorni, dando così il via ai 10 giorni di tempo per le osservazioni e alla successiva ordinanza di demolizione. Ma quella notifica non è mai arrivata “Anche perché - dice Zago - io non ho più una casa, non so dove me la dovrebbero recapitare”. E così l’annuncio dell’assessore è rimasto lettera morta. Come tante altre cose legate al chiosco.

Zago ieri ha ripetuto che “per 20 anni ho lavorato al bar del chiosco, e ho dato l’anima per l’attività di piazza Merlin. ora mi ritrovo senza niente, senza casa e senza un soldo. E questo a causa d chi ha sempre osteggiato la mia struttura. Potevano almeno farmi lavorare nell’estate appena terminata, con gli incassi della bella stagione, in genere, mi garantivo la copertura del restanti mesi. Invece niente, hanno voluto chiudere l’attività senza appelli, senza sapere, ora come fare a rimuovere la struttura. Di certo io soldi non ne ho”.

Il grido di rabbia e di dolore del titolare, intanto, raccoglie la solidarietà di alcuni cittadini. Ieri sulle vetrate del chiosco, accanto ai cartelloni scritti dal proprietario, è comparso un cartello anonimo in cui si dà piena solidarietà a Zago: “Spero che quando ci saranno le elezioni i rodigini usino la matita per mandare a casa i politicanti da lei citati”.

I giorni della non decisione intanto sono saliti a 155, un numero destinato a crescere chissà per quanto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl